Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Nascondigli

Rosetta (ph. Katia Bonaventura)
Monfalcone
Caffè Carducci, via Duca d'Aosta 83
19/03 e fino al 31/03
7.30-22

Katia Bonaventura, nata a Gorizia, fotografa, grafica, appassionata di cinema. Laureata in Lettere Moderne, collabora, come fotografa, con i quotidiani locali “Il Piccolo”, “Messaggero Veneto” e ”Primorski dnevnik”.

Sue foto e fotomontaggi sono presenti in diverse pubblicazioni editoriali, tra cui il libro “Amianto” di Roberto Covaz , “Trieste città di scienza e alta formazione” edizioni Aps, “Macc, modern art conservation center” del comune di Monfalcone. 

Sta lavorando al suo primo “video”, ma intanto raccoglie “documenti filmati”. Gran parte della produzione al momento raccoglie fotocomposizioni, che sono state esposte in diversi contesti locali.

Punto di partenza delle elaborazioni sono fotografie “comuni” che sommate fra loro vanno a comporre paesaggi surreali. Non c'è alcuna rielaborazione di immagini altrui, fanno tutte parte dell'archivio della fotografa. La stampa fine art di medie e grandi dimensioni completa le immagini per le esposizioni. 

Il lavoro “Nascondigli” si discosta però leggermente dalla produzione abituale. Si tratta di ritratti di donne che emergono da un buio profondo e il cui occhio sinistro è modificato per richiamare da una parte l'arte primitiva, dall'altra l'elaborazione che di questa ha fatto l'arte contemporanea.

Lo stimolo che si vorrebbe proporre nell'osservatore riguarda sia un certo grado di inquietudine suscitata dall'immagine, sia una riflessione più intellettuale sulla perdita dell'autenticità emotiva di un certo tipo di arte, quella primitiva per l'appunto, a favore di interpretazioni più cerebrali della realtà e delle immagini che passano attraverso la rilettura odierna di forme espressive più antiche.