Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Music

Muggia Jazz Festival

The 1000 Streets’ Orchestra Meets Les Babettes (© Max Manzin)
Muggia

Teatro Verdi
01/09 e fino al 02/09
21

Per due giorni Muggia tornerà a essere la capitale italiana del jazz. L’1 e 2 settembre il Teatro Verdi dalle 21 alle 23.30 ospiterà la 12^ edizione del Muggia Jazz Festival, rassegna a ingresso libero organizzata dall’Associazione B.B.C. con la collaborazione del Comune di Muggia e con il sostegno della Samer & Co. Shipping.

L’evento è stato presentato oggi al Caffè Teatro Verdi di Muggia dal sindaco Laura Marzi e dal direttore artistico del festival, Stefano Franco, alla presenza di Lilli Samer in rappresentanza della famiglia Samer e della performer muggesana di fama internazionale Daniela Pobega. L’edizione 2018 del Festival è dedicata alla memoria del commendator Dario Samer, recentemente scomparso, mecenate muggesano alla cui filantropia si deve l’ideazione della rassegna musicale che prosegue grazie all’impegno dei familiari.

Scott Hamilton, insignito del premio “Ronnie Scott's Jazz Awards" per il sassofonista jazz dell'anno nel 2007, si esibirà con il quintetto di uno dei più quotati pianisti italiani della scuola di Oscar Peterson, Massimo Faraò, al quale per l’occasione si aggiungerà anche un altro big statunitense, il batterista Byron Lindham.
Per i Licaones di Mauro Ottolini e del pluripremiato sassofonista friulano Francesco Bearzatti, interpreti di un genere detto Boogaloo con qualche incursione dell’acid jazz, sarà un ritorno dopo anni di assenza dal palco muggesano su cui si riaffacciano con un nuovo progetto.

Ospiti triestini saranno infine la Ragtime Jazz Band di Gino Cancelli, formazione classica di Dixieland che per l’occasione ospiterà anche un intervento del docente di Storia ed estetica della musica al Conservatorio "G. Tartini" di Trieste, Marco Maria Tosolini, e offrirà un omaggio al batterista triestino Lorenzo Fonda, prematuramente scomparso. Ancheuna big band, la The 1000 Streets’ Orchestra che si esibirà per l’occasione assieme al trio di fama nazionale de Les Babettes con la partecipazione straordinaria di Daniela Pobega.

 

Programma:

Sabato 1 settembre a esibirsi al Festival sarà la Ragtime Jazz Band con un intervento del docente di Storia ed estetica della musica al Conservatorio "G. Tartini" di Trieste, Marco Maria Tosolini e un omaggio al batterista triestino Lorenzo Fonda.

A seguire, direttamente da Providence, Rhode Island, lo Scott Hamilton Quintet con Scott Hamilton (sax), Massimo Faraò (piano), Davide Palladin (chitarra), Nicola Barbon (contrabbasso) Byron Lindham (batteria).

 

Domenica 2 settembre il palco muggesano ospiterà, i Licaones (Mauro Ottolini, trombone -Francesco Bearzatti, sax - Oscar Marchioni, organo e Paolo Mappa, batteria).
A chiudere, The 1000 Streets’ Orchestra Meets Les Babettes (Chiara Gelmini, Anna De Giovanni, Eleonora Lana) Special Guest, Daniela Pobega.