Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Mai far la lady!

(ph. Ufficio stampa Anà-thema Teatro)
Osoppo
Teatro Alla Corte, via XXII Novembre 3
27/02/16
20.45

Lo spettacolo è ispirato al “Pigmalione” di George Bernard Shaw da cui è stato tratto prima il musical “My fair Lady!” e poi l’omonimo film con Audrey Hepburn e Rex Harrison. La sua principale caratteristica risiede nel fatto che, rispetto l’originale, l’azione sarà ambientata non a Londra, bensì a Venezia, precisamente al Mercato di Rialto ed in un palazzo sul Canal Grande; al tempo stesso, la scena delle corse di cavalli ad Ascott sarà trasferita e rimodellata su un palco del Teatro “La Fenice”, durante la messinscena del “Rigoletto” di Verdi. E anche i personaggi popolari non si esprimeranno nel classico cockney inglese, ma chi in dialetto veneziano, chi con un forte accento napoletano. Il Prof. Ghigi sarà il “pigmalione” che affida al modo di parlare il passepartout per il riscatto sociale di una rozza fioraia. Elisa Dulitto è un po’ Cenerentola, un po’ Pretty Woman, ma anche Mary Poppins: è l’archetipo del riscatto, della rivincita ed incarna il desiderio e il sogno di tutto l’universo femminile. Alla fine anche un apparente “misogino e scapolo convinto” come il Prof. Ghigi dovrà capitolare di fronte alla metamorfosi della sua creatura e si lascerà travolgere dalla bellezza di Elisa. E pure il pubblico finirà per venir conquistato dalla tempesta dei sentimenti che ha reso immortale uno dei maggiori capolavori del teatro musicale.