Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Les Combats des Grecs

A Trieste mostra sul mondo delle carte da parati panoramiche
Trieste
Porto Vecchio
Magazzino 26
16/10 e fino al 07/11
lunedì 16-19.30; da martedì a domenica 10-13/16-19.30

“Les Combats des Grecs” – Papiers Peints. Decorazioni filelleniche in palazzi italiani, è il titolo della mostra che sarà allestita da sabato 16 ottobre, fino al 7 novermbre, nello spazio espositivo del Magazzino 26, in Porto Vecchio, realizzata dal Consolato Generale greco di Trieste in coorganizzazione con l'Amministrazione comunale. Sarà una preziosa occasione per offrire al pubblico l’opportunità di immergersi nel mondo poco conosciuto delle carte da parati panoramiche (papiers peints). Non è affatto casuale che la manifestazione venga organizzata a Trieste, una città che ha sempre avuto particolari legami con il mondo ellenico e in cui, nel 1830, venne istituito il primo Consolato del neonato stato greco.

L’esposizione, curata da Olympia Pappa, presenterà uno degli esemplari più completi di carte da parati panoramiche dal titolo Le Combats des Grecs, prodotto nel 1828 dalla famosa manifattura francese Zuber. Era la prima volta che la prestigiosa manifattura presentava un tema attuale, con implicazioni politiche, diverso dalle tematiche raffigurate fino ad allora, cioè i paesaggi classici. La circolazione della carta panoramica ispirata alla Rivoluzione Greca, con episodi delle lotte di liberazione dei Greci, testimonia il clima filellenico a quel tempo estremamente diffuso in Europa. Proprio il figlio dell’industriale Zuber fu un membro attivo del Movimento Filellenico di Mulhouse, ancora oggi sede della fabbrica.

L’esemplare della carta panoramica “Les Combats des Grecs” costituisce una delle tre serie autentiche che si sono conservate in collezioni private del nord Italia, area dove, nel 19° secolo, le carte da parati francesi erano un’arte decorativa estremamente diffusa nelle dimore gentilizie.

In occasione delle celebrazioni per i 200 anni dall’inizio della Rivoluzione Greca,  la mostra si propone di commemorare la storia e i personaggi di quel periodo. Le spettacolari carte da parti panoramiche e le opere d’arte provenienti da collezioni italiane e greche, come litografie, dipinti e oggetti ispirati alla Rivoluzione Greca, evidenziano l’influenza da questa esercitata in ambienti dell’Italia settentrionale e le modalità di interazione fra lo spirito del tempo e la Lotta di Liberazione dei Greci.

Verrà inoltre presentata una pubblicazione - in italiano e in greco - che per la prima volta illustra la storia, la tecnica di fabbricazione e collocazione, la commercializzazione delle carte da parati “Les Combats des Grecs”. Il volume contiene i contributi inediti di Olga Katsiardi-Hering (storica), Afroditi Koùria (storica dell’arte), Bernard Jacqué (storico dell’arte – fondatore del Musée du Papier Peint di Rixheim) e Nathalie Ravanel (restauratrice di opere d’arte su carta). Coordinatrice della pubblicazione è Olympia Pappa (consulente artistica).

La mostra è realizzata sotto l’egida del Comitato “Greece2021”.