Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Music

La stella del violino brilla su Udine

In Castello il concerto di Stefan Milenkovich assieme alla FVG Orchestra
Stefan Milenkovich
Udine

Castello
07/08/21
21

Il Festival Nei Suoni dei Luoghi entra nel vivo con uno degli eventi di punta della prima parte della sua 23° edizione. Sarà il violinista serbo di fama internazionale Stefan Milenkovich l’ospite d’eccezione del progetto dal titolo “I grandi concerti per violino”, che lo vedrà sul palco assieme alla FVG Orchestra, diretta dal M° Paolo Paroni, sabato 7 agosto al Castello di Udine (ore 21.00). I biglietti per il concerto sono in vendita sulla piattaforma 2Tickets.it e lo saranno anche la sera del concerto alla biglietteria dalle ore 19.00. In caso di pioggia il concerto si terrà al Teatro Nuovo Giovanni da Udine

Un progetto che unisce due capolavori della letteratura per violino solista e orchestra. Il Concerto di Max Bruch resta l'opera più conosciuta di questo compositore, nonché una delle più apprezzate di tutto l’Ottocento per il suo cantabile virtuosismo e liricità. Di pochi anni dopo è l'ancor più celebre Concerto di Pëtr Il'ič Čajkovskij, composto nel 1878 nei pressi del lago di Ginevra e considerato fra i più complessi e intensi del repertorio per violino. L’opera ha ripreso notorietà al grande pubblico grazie anche al film “Il concerto”, del 2009, diretto da Radu Mihăileanu.

Artist of the Century, Most Human Person e Brand Personality of the Year: questi i riconoscimenti tributati a Stefan Milenkocih dalla sua terra d’origine, la Serbia. Violinista tra i più affermati della propria generazione, vanta una prolifica carriera come concertista professionista, essendosi distinto per creatività e longevità produttiva straordinarie. All’età di 10 anni si è esibito per il Presidente Ronald Reagan al Concerto di Natale a Washington, a 11 ha suonato per Michail Gorbachev a Belgrado. All’età di 14 anni si è esibito per Papa Giovanni Paolo II e a 16 ha suonato nel suo millesimo concerto a Monterrey in Messico. Si è esibito in molteplici occasioni calcando i più celebri palcoscenici del mondo come la Carnegie Hall a New York, il Kennedy Center a Washington, la Cadogan Hall a Londra, la Suntory Hall a Tokyo e, in Italia, il Teatro La Fenice, il San Carlo e il Petruzzelli. Numerosi i concerti con orchestra: Sinfonica di Indianapolis, Berliner Philharmoniker, Orpheus Chamber Orchestra di New York, Aspen Chamber Symphony, la Filarmonica di Helsinki, NDR Radiophilharmonie di Hanover, Orchestra del Bolshoi, solo per citarne alcune. Spinto dal suo interesse nei confronti di un’ampia gamma di stili musicali, si è esibito con la rock band Gorillaz, in uno dei palcoscenici più rinomati del mondo, l’Apollo Theater ad Harlem (New York), spettacolo acclamato dalla critica e trasmesso in diretta da MTV.