Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

La parola padre

(ph. Alessandro Colazzo)
Cervignano del Friuli

02/02/17
21
Cervignano del Friuli
piazza Indipendenza 34
Cervignano del Friuli

La parola padre è uno spettacolo di donne che dialogano, si confrontano e si espongono in libertà e con sincerità rispetto al loro rapporto con una delle figure maschili più importanti della loro vita. Il padre.

Nell’affrontare questo nuovo progetto scenico realizzato con la compagnia Cantieri Teatrali Koreja di Lecce, il regista Gabriele Vacis ha volute riunire donne e interpreti di culture, nazionalità, lingue diverse, per un confronto che mettesse in gioco diverse sensibilità, esperienze e punti di vista. 

La parola padre sarà in scena per due sere, giovedì 2 febbraio ospite della stagione di prosa del Teatro Pasolini di Cervignano (ore 21) e venerdì 3 febbraio al Teatro S. Giorgio di Udine (Sala Pinter, ore 21), per Contatto 35, e sempre per la cura del CSS Teatro stabile di innovazione del FVG.

Irina Andreeva, Alessandra Crocco, Aleksandra Gronowska, Anna Chiara Ingrosso, Maria Rosaria Ponzetta , Simona Spirovska - le protagoniste di uno spettacolo poetico, dinamico  e coinvolgente - sono sei attrici incontrate in una serie di sessioni di produzione nell’Europa centro orientale. Vengono da Italia, Bulgaria, Polonia e Macedonia. Tutte hanno conti in sospeso con la loro patria, qualcuna con il “Comunismo”, qualcuna con la società patriarcale. Qualcuna è fuggita, qualcuna vuole dimenticare da dove viene. Tutte – per certo -  hanno conti in sospeso con i loro “padri” e ci fanno scoprire in quanti modi si può pronunciare quella parola, in quanti modi si declina - fra punti di contatto e profonde differenze - una relazione con quella figura di riferimento.