Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

L'operetta tra ritmi sfrenati e tango argentino

Il seducente capolavoro di Paul Abraham riproposto con orchestra dal vivo
26/01/23
20.45
Udine
via Trento 4
Udine

Ritorna al Giovanni da Udine, più festosa e spumeggiante che mai, l’intramontabile operetta. L’appuntamento è per giovedì 26 gennaio 2023 (inizio ore 20.45) con Ballo al Savoy di Paul Abraham nell’allestimento della storica Compagnia Teatro Musica Novecento che più volte, sempre con grande successo, ha calcato il palcoscenico del Teatro Nuovo con le sue colorate e sempre garbate produzioni musicali

La vicenda ci trasporta a Nizza nel 1932. Nella hall dell’Hotel Savoy si sta festeggiando il ritorno del marchese Aristide di Faublais e di sua moglie Maddalena dal lungo viaggio di nozze. Ma ecco che all’intraprendente nobiluomo giunge improvvisamente un telegramma: per poter accedere al patrimonio del suo defunto padre, il marchese dovrà onorare un vecchio impegno che il genitore ha preso in passato con una danzatrice spagnola, Tangolita. Ad Aristide non resta che trovare al più presto uno stratagemma per non mettere a repentaglio il suo matrimonio…

Valzer, arie e duetti amorosi s’intrecciano ai ritmi sfrenati del tango argentino e dello swing in questa fortunata produzione che riprende uno dei capolavori di Paul Abraham - compositore magiaro di gran moda nella raffinata Mitteleuropa a cavallo fra le due guerre - strizzando l’occhio al musical, genere in vertiginosa ascesa negli anni Trenta sui palcoscenici d’oltreoceano. Equivoci, situazioni rocambolesche, tanto divertimento e soprattutto tanta buona musica suonata dal vivo sono gli ingredienti di questo piccolo gioiello del repertorio operettistico novecentesco, riuscitissimo esempio di un genere che non conosce i segni del tempo.

Regia di Alessandro Brachetti. Con Alessandro Brachetti, Antonio Colamorea, Marco Falsetti, Silvia Felisetti, Alessandro Garuti, Susie Georgiadis, Fulvio Massa. Corpo di Ballo Novecento, coreografie Salvatore Loritto, scene e costumi Artemio Cabassi realizzati da Arte Scenica Reggio Emilia, Orchestra Cantieri d’Arte diretta da Stefano Giaroli. Produzione Compagnia Teatro Musica Novecento.

Fondata nel 1995 a Reggio Emilia ad opera di un gruppo di cantanti e attori con una ricca esperienza in campo teatrale e operettistico, la Compagnia Teatro Musica Novecento è una delle più famose e importanti compagnie d'operetta italiane. Sin dalla sua prima produzione, La vedova allegra, ha riscosso calorosissimi consensi esibendosi in importanti festival e teatri italiani. Non c’è capolavoro del genere che la Compagnia non abbia inserito nel proprio ricchissimo repertorio - come La vedova allegra, Al Cavallino Bianco, Cin Ci Là, Il Paese dei campanelli, La principessa della Czarda, La duchessa del Bal Tabarin, L'acqua cheta, Scugnizza, Boccaccio, Fiore d'Hawaii, La vie parisienne, La Danza delle Libellule, Orfeo all’Inferno - stupendo piacevolmente critica e pubblico per la sua vena innovativa e un poco dissacrante. Regista e primo attore comico della Compagnia è Alessandro Brachetti, attore e cantante diplomato con merito alla Bernstein School of Musical Theater di Bologna.  Elemento distintivo della Compagnia è la musica dal vivo: Teatro Musica Novecento è infatti una delle pochissime compagnie d’Operetta in Italia che può vantare la presenza dell’orchestra dal vivo in ogni suo spettacolo, grazie alla stretta collaborazione con l’Orchestra Cantieri d’Arte. Tutti gli allestimenti sono firmati come scenografie e costumi da Artemio Cabassi, nome noto in tutta Europa che collabora con i maggiori teatri lirici al fianco di cantanti quali Leo Nucci, Katia Ricciarelli, Fiorenza Cedolins, Giuseppe Sabbatini, Sonia Ganassi, Daniela Dessì, Renato Bruson.