Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

L’intelligenza nei comportamenti sociali ed economici

(ph. Ufficio stampa SISSA)
Trieste
SISSA, Aula Magna, via Bonomea 265
12/10/16
15

Alcuni esperimenti nell’ambito della teoria dei giochi hanno dimostrato che sul lungo periodo - posto che vi sia possibilità di cooperare e che la cooperazione porti a un vantaggio - le persone con un quoziente intellettivo (QI) alto tendono a cercare la quasi completa collaborazione con gli altri. Al contrario nei gruppi composti da persone con un QI basso la cooperazione nel corso del tempo tende a declinare. Queste differenze mostrano che l’intelligenza ha un effetto sui comportamenti sociali ed economici (i giochi proposti prevedevano il guadagno o la perdita di somme di denaro), spiega Aldo Rustichini, professore dell’Università del Minnesota e autore di questi esperimenti.
Rustichini lavora a un progetto di ricerca che vuole indentificare proprio l’effetto dell’intelligenza sui comportamenti sociali ed economici dell’essere umano, a sua volta parte di un progetto ancora più grande che intende studiare le basi biologiche dell’economia. Quello di Rustichini e colleghi è un lavoro multidisciplinare che si basa sull’analisi congiunta di una corposa mole di dati comportamentali, genetici e di visualizzazioni cerebrali.
Nel prossimo incontro della serie dei SISSA Colloquia, Rustichini racconterà al pubblico tutto il lavoro già fatto e le prossime evoluzioni del progetto. L’evento è aperto al pubblico e si terrà in inglese.