Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Il seduttore

Tre relazioni sentimentali in un gioco di equivoci e situazioni tragicomiche
(ph. ertfvg)
Casarsa della Delizia
via Piave 16
Teatro Pasolini
31/01/18
20.45

Sul palco anche Laura Lattuada, Agnese Nano e Isabel Russinova, dirette da Alessio Pizzech.
La pièce scritta da Fabbri nel 1951 viene inserita dalla critica nei lavori in cui il drammaturgo forlivese ha affrontato i temi di una società in contrasto con l’universalità del verbo cristiano. Spesso ingiustamente Fabbri è stato etichettato come autore “religioso”, ma la sua produzione letteraria e teatrale ha abbracciato tematiche ben più vaste.
Il seduttore racconta la storia del titolare di un’agenzia di viaggi che, sposato con Norma, intrattiene due relazioni extraconiugali: la prima con Wilma, la seconda con Alina, segretaria presso l’agenzia. Tre donne, tre luoghi e tre modi di vivere una relazione sentimentale totalmente differenti. Norma è alla ricerca di un amore fedele, ma insegue qualcosa che ormai è finito; Wilma è impegnata in una guerra costante e radicale con Eugenio in cui carne e sensualità diventano privilegiato campo di battaglia; infine Alina, proiettata in un sogno di fuga dalla realtà, in un gioco di emozioni eccitante e leggero. Da questa trama di tradimenti si dipana una serie di situazioni in cui Eugenio scivola ripetutamente tra Wilma, Alina e Norma, promettendo a ognuna amore sincero e viaggi lontani in geografie a dir poco immaginarie. Con perfido cinismo fa in modo che le tre donne si incontrino in un Caffè, imbastendo un gioco rocambolesco di equivoci e situazioni tragicomiche, prima di un finale sorprendente…

Roberto Alpi è noto al grande pubblico per l’interpretazione di Ettore Ferri, protagonista della soap CentoVetrine, ma la sua carriera si è svolta tra cinema (lo ricordiamo al fianco di Francesco Nuti in Tutta colpa del Paradiso), televisione, radio e teatro dove ha portato alcune stagioni fa la commedia Honour con Paola Pitagora, applaudita anche nei teatri ERT.