Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Il gusto dell'arte, l'arte del gusto

Inedito percorso fra segno grafico-pittorico degli artisti Sergio Altieri e Lojze Spacal
Dettaglio di un'opera di Lojze Spacal
Gorizia
Leg Antiqua, corso Verdi 67
21/09 e fino al 25/09
9-20

"Il gusto dell'arte, l'arte del gusto" è la proposta espositiva che la Galleria LegAntiqua propone, con la collaborazione nella promozione della Biblioteca statale isontina, per le giornate di "Gusti di Fontiera". Un' anticipazione della kermesse enogastronomica, nel segno della narrazione di bellezza artistica e del gusto, si aprirà nella sede di corso Verdi 67 da mercoledì 21 settembre. Sarà infatti proposto un inedito percorso fra segno grafico-pittorico degli artisti Sergio Altieri e Lojze Spacal accanto a menù storici dal Settecento al Novecento della grande nobiltà e borghesia Europea,.

Del pittore di Capriva saranno esposte delle gemme da gustare: tempere su carta degli anni '60 accanto a olii inediti, che il pittore ha concesso in mostra direttamente dal suo studio. Opere di grande formato che propongono i temi a lui cari, sempre interpretati con spunti e energia nuovi. Saranno esposti i celebri soggetti di amanti, volti di bimbi, paesaggi emblematici e interiori della sua poetica.

Lojze Spacal spazia dalla pittoscultura degli anni '80 alle xilografie su legno e linoleum a colori e alle tecniche miste di soggetto astratto, opere di grande formato per far gustare al pubblico la forza del segno e della forma che sancì il cambiamento della sua pittura dopo gli anni Cinquanta. Se la prima parte della sua produzione fu connotata da un figurativo in bianco e nero, successivamente abbracciò un astrattismo dai colori forti e puri.

Dalla pittura alla tavola: il viaggio proposto da LegAntiqua per la festa dei sapori internazionali di Gorizia apre poi un'ampia e preziosa panoramica su una rara collezione di menù storici. Racconti di gusti prelibati di cibi e vini ma anche arte di allestire un pranzo di rango come nelle regge e nei palazzi del potere Europei. Si tratta di una sezione di circa 50 menù che fanno parte di una collezione molto più ampia di proprietà della galleria. Di straordinaria bellezza i pezzi scritti e decorati a mano, originali inimitabili.

Gli orari di visita con ingresso libero della mostra saranno dalle 9 alle 20 continuato dal 22 al 25 settembre 2016 in occasione di "Gusti di Frontiera".

Margherita Reguitti