Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Il Bosco di Margherite

In prima nazionale un’indagine diretta e poetica sulla società di oggi
Luca Ferri
Osoppo

Teatro della Corte di Osoppo
12/10 e fino al 13/10
20.45 (13/10 ore 18)

Dopo il monologo “Neve”, Luca Ferri torna sabato 12 ottobre alle 20.45 sul palco del Teatro della Corte di Osoppo con una prima nazionale. Un secondo appuntamento di una trilogia per raccontare la vita, le emozioni e i sentimenti di ogni uomo, più o meno “speciale” che sia.

Il Bosco di Margherite”, questo il titolo del nuovo lavoro del regista, attore e direttore artistico di Anà-Thema Teatro, aprirà ufficialmente Eureka 10, la stagione di teatro, musica e danza come sempre ricca di grandi ospiti e anteprime nazionali o regionali. Prima ancora di debuttare, la serata ha già registrato il sold out e le richieste di prenotazioni sono talmente tante che hanno spinto la compagnia a proporre una replica per domenica 13 alle ore 18.

Nel “Bosco di Margherite”, Ferri racconta come nel corso della vita, tra l’infanzia e la vecchiaia, si  sviluppi un lungo periodo dove si coltivano il confronto, il piacere e la profondità dei sentimenti. Questo scorrere del tempo secondo i “canoni” comuni è soltanto una convenzione. Sono, infatti, i tempi interiori che scandiscono il vero ritmo della vita, dell’amore e delle trasformazioni della mente. Un’indagine diretta e poetica sulla società in cui l’ironia e l’irriverenza accompagnano gli spettatori in un viaggio per raccontare la bellezza che risiede nella “differenza”.