Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Tutte in campo

Coltivare talenti per l’agricoltura di domani
14/01/21
16.30-18.30

Il Comune di Sagrado non rinuncia a proseguire con le azioni del progetto “Tutte in campo. Coltiviamo talenti per l’agricoltura di domani” nonostante le limitazioni imposte dall’emergenza Covid-19 con le relative condizioni di distanziamento e isolamento.

E lo fa attraverso lo strumento dei webinar. I webinar (eventi online gratuiti), partiti il 26 novembre scorso con cadenza settimanale, sono arrivati al giro di boa e ne mancano ora quattro alla fine del percorso.

Nella prima parte sono stati affrontati in particolare i temi della promozione turistica e dello smart working. Nella seconda parte verranno invece approfonditi i temi del marketing digitale e della sostenibilità ambientale. Questo il calendario dei prossimi appuntamenti:

14/01/2021: "Fare marketing in agricoltura: le basi del digital storytelling" 21/01/2021: "Promuoversi nel settore primario tramite i social: il caso di Instagram"

28/01/2021: "Il futuro del cibo: cambiamenti climatici agricoltura e sostenibilità ambientale"

04/02/2021: "Curare la terra per coltivare il cibo"

I webinar si tengono tutti i giovedì dalle ore 16.30 alle ore 18.30 sulla piattaforma Zoom: sono gratuiti e aperti a tutti. È sufficiente mandare una mail all'indirizzo lebobolare@gmail.com (Associazione Fantasticamente) e iscriversi ai webinar di proprio interesse per ottenere il link per l'accesso alla lezione.

“Le azioni formative e informative previste dal progetto sono state riconvertite in una serie di webinar – spiega l’assessore Chiara Aglialoro – per poter continuare a supportare le donne del settore primario anche in questo difficile periodo. Per questo, tutti gli appuntamenti sono gratuiti e aperti a tutte le interessate, anche alle donne che magari sognano un futuro nel campo dell’agricoltura ma ora lavorano in settori diversi o non lavorano”.

I webinar del 14 e 21 gennaio sul marketing digitale, lo storytelling e l’utilizzo di Instagram per promuoversi nel settore primario saranno tenuti da Emma Barreca, freelance con una lunga esperienza in ambito comunicazione, marketing e webmarketing. In particolare, grazie alla sua competenza sul fronte della comunicazione e alla passione per la fotografia, si è negli anni specializzata ed è emersa a livello nazionale come esperta di Instagram, dove è conosciuta come @hypoison.

I primi appuntamenti sono stati apprezzati dalle partecipanti: donne (ma anche uomini), soprattutto imprenditrici del settore agricolo. Un settore in forte cambiamento per il quale l’emergenza Covid-19 ha rappresentato sicuramente una sfida, ma anche uno sprone a vendere in modo diverso, a essere più presenti sui social e a riscoprire la consegna dei prodotti a domicilio, e quindi un diverso rapporto con il cliente.

“Tutte in campo” è un progetto del Comune di Sagrado, in partnership con il Comune di Gradisca d'Isonzo, l'ISIS Agrario Brignoli, Coldiretti Donne Impresa e CIA Donne in Campo e cofinanziato dalla regione FVG nell’ambito delle misure volte a promuovere le pari opportunità di genere, che mira a coltivare i talenti delle donne che lavorano o intendono occuparsi di agricoltura, sostenendole nelle loro sfide quotidiane, attraverso percorsi formativi, occasioni strutturate di confronto intergenerazionale e servizi mirati.

“Voglio sentitamente ringraziare tutti i partner –  continua l’assessore Aglialoro – che nonostante il difficile periodo hanno continuato a credere nel progetto e a sostenere la realizzazione delle diverse azioni, pur con tutte le limitazioni del caso. La presenza, oltre che del Comune di Gradisca d’Isonzo, dell’Istituto Agrario Brignoli, della Coldiretti e della CIA sono fondamentali per portare avanti il progetto in un’ottica di rete e spero vivamente che in primavera potremmo chiudere le azioni con un evento in presenza per realizzare anche dal vivo quello scambio di idee e competenze tra studentesse e donne che già operano nel settore primario che è il cuore del progetto”. 

Livio Nonis