Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Fogge antiche, Vesti preziose, Genti diverse

Nell'ambito del Festival Mondiale del Folklore
(ph. Ufficio stampa Etnos)
Gorizia
Art Open Space, via Diaz
18/08 e fino al 28/08
15.30-19.30 (fino al 24 agosto), 10-13/15.30-19.30 (dal 25 al 28 agosto)

Esposizione di bambole artigianali, interamente realizzata da Renata Dri e curata dall’Associazione Costumi Tradizionali Bisiachi, visitabile con orario 15.30–19.30 fino a mercoledì 24 mentre, durante le quattro giornate del 46° Festival Mondiale del Folklore (25-28 agosto), anche con apertura mattutina dalle ore 10 alle ore 13.

L’intera collezione, che la curatrice sta valutando di proporre nei prossimi mesi sempre a Gorizia, conta oltre 100 preziose bambole con costumi tradizionali di tutte le regioni italiane. Vesti realizzate nei luoghi di origine da capaci artigiani  che, con minuziosa cura, hanno eseguito fedeli ricostruzioni di costumi tradizionali autentici. Massima l’attenzione nella scelta delle stoffe, talvolta tessute e tinte a mano, dei ricami, dei merletti e delle calzature. Anche la realizzazione dei piccoli gioielli in filigrana d’argento e oro completano la splendida collezione, unica nel suo genere.

Le bambole realizzate con materiali eterogenei, spaziano dalla porcellana alla ceramica, dalla cartapesta al legno, per finire con la stoffa e il famoso panno Lenci. Quasi tutti pezzi d’epoca unici che risalgono agli anni Trenta, Quaranta e Cinquanta del Novecento. Una collezione in continua evoluzione che continua ad arricchirsi costantemente di nuovi pezzi realizzati sempre su commissione di Renata Dri. La mostra, in esposizione itinerante dal 2011, è stata ospite a San Candido (BZ), a Vezzano Ligure (SP), a Cortina d’Ampezzo (BL) e ha toccato anche territori stranieri come Plovdiv in Bulgaria. Nel 2011 la collezione venne premiata con la Medaglia di Rappresentanza dell’allora Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.