Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Music

Erica Piccotti e Leonardo Pierdomenico in concerto

Quando il pianoforte incontra il violoncello
Trieste

Hotel Savoia
21/06/21
18 e 20

Della violoncellista Erica Piccotti si è scritto che "appartiene di diritto al ristretto novero di quei nuovi talenti che si accingono ad occupare da protagonisti la scena musicale internazionale". Romana, classe 1999, ha già alle spalle un debutto discografico per l’etichetta Warner Classics e un esordio concertistico a 13 anni in diretta Rai da Montecitorio con Mario Brunello per l’Accademia di S. Cecilia di Roma. Senza dimenticare il conferimento dell’onorificenza di Alfiere della Repubblica Italiana da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano "per gli eccezionali risultati in campo musicale in giovane età".

E la critica internazionale da tempo segue con attenzione Leonardo Pierdomenico, 29 anni, vincitore nel 2017 del Raymond E. Buck Jury Discretionary Award al prestigioso concorso pianistico internazionale Van Cliburn, adesso selezionato a Varsavia per l’altrettanto prestigioso Concorso Chopin.

Da alcuni anni Erica Piccotti e Leonardo Pierdomenico formano un Duo pianoforte – violoncello che è straordinariamente rappresentativo della “meglio gioventù” del Camerismo europeo: ne daranno prova lunedì 21 giugno nell’ambito della Stagione Cameristica Chamber Music Trieste che conclude la sua primavera di musica all’Hotel Savoia, nella Sala Tergeste, a cura della Direttrice artistica Fedra Florit, In programma un doppio concerto, alle 18 e alle 20, di cui sarà fulcro romantico Richard Strauss, con la sua Sonata giovanile per pianoforte e violoncello, integrata dai 5 pezzi di Schumann per un’atmosfera vibrante e scandita anche da tematiche popolareggianti, capaci di coinvolgere il pubblico anche nei ripiegamenti più intimi.

 

Nata a Roma nel 1999, Erica Piccotti è vincitrice di numerosi concorsi nazionali e internazionali tra cui il Premio Nazionale delle Arti, Jugend Musiziert di Norimberga, NYIAA Competition, International Cello Competition Antonio Janigro, Premio Crescendo e Premio Provenzani. Ha vinto inoltre il 2° Premio al prestigioso Concorso Internazionale Johannes Brahms a Pörtschach (Austria). Tra i numerosi riconoscimenti spicca il Diploma d’Onore dell’Accademia Chigiana (2019), il Landgraf von Hessen-Preis della Kronberg Academy (2018), Attualmente svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero, ed è stata ospite di festival prestigiosi. Ha suonato in importanti teatri con artisti quali Accardo, Berger, Brunello, Canino, Dumay, Kremer, Giuranna, Golan, Lortie, Lucchesini, McDuffie, Meneses, da Silva, Quarta, Schiff, Tetzlaff. Come solista ha suonato con I Solisti di Zagabria, Orchestra I Pomeriggi Musicali, Orchestra della Toscana, La Verdi, Sinfonica del Messico, Serbian National Orchestra di Novi Sad. Attualmente studia con Frans Helmerson presso la Kronberg Academy dove, dopo aver conseguito il Master of Music, frequenta adesso il programma Professional Studies. Leonardo Pierdomenico è uno degli artisti più interessanti della sua generazione. Viene accolto dalla critica internazionale come “un pianista in cui la spiccata capacità tecnica e la cura del suono si sposano con immaginazione ed inesauribile, scrupolosa musicalità” (Grampohone UK). Ha cominciato ad imporsi nel panorama internazionale durante il Concorso Reine Elisabeth (Bruxelles) nell’edizione 2016. È risultato poi vincitore del Premio Venezia al Teatro La Fenice a soli 18 anni, aggiudicandosi il titolo di miglior pianista diplomato dei Conservatori italiani e ricevendo la Medaglia di bronzo dal Presidente della Repubblica Napolitano e la targa del Senato. Si è esibito con orchestre quali Fort Worth Symphony, Orchestre Royal De Chambre de Wallonie, Orchestra Sinfonica del Teatro La Fenice, La Verdi di Milano, Wuhan Philarmonic Orchestra; e con direttori quali N. McGegan, J.P. Liu, Meyer, Matheuz, tra gli altri. E’ ospite in veste di solista delle principali istituzioni italiane ed estere, tra cui: Società dei Concerti di Milano, Accademia nazionale di Santa Cecilia, Konzerthaus di Berlino, Flagey di Bruxelles, Festival Chopin di Parigi, Bass Hall di Fort Worth negli USA, Qin’tai Concert Hall di Wuhan in Cina, Teatro La Fenice, Bologna Festival, Accademia Filarmonica Romana, Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza, Fazioli Concert Hall. Sue registrazioni sono state trasmesse da molte emittenti, il suo debutto discografico, dedicato ad opere di Franz Liszt e pubblicato da Piano Classics, è stato accolto con successo da pubblico e critica, guadagnando la prestigiosa Editor’s Choice della rivista Gramophone ed una nomination per il Premio della Critica Musicale Tedesca quale miglior disco dell’anno 2018. Attualmente continua la sua formazione con Benedetto Lupo e Alessandro Deljavan.