Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Enoarmonie

Ospiti la violoncellista Maja Bogdanovic e la pianista Maria Beloussova
Francesco Antonioni
Capriva del Friuli
via Spessa 1
Castello di Spessa
05/03/17
18

La violoncellista Maja Bogdanovic e la pianista Maria Beloussova, musiciste che vivono e operano a Parigi, presenteranno capolavori di grandi compositori dell'Europa dell'Est. Sarà possibile degustare i migliori vini dell’azienda Castello di Spessa. Le sottili analogie tra le pagine musicali e i tre vini di punta dell’azienda che ospiterà l’evento, saranno messe in luce dal compositore e conduttore radiofonico di Radio3 Rai Francesco Antonioni.

«Un compositore, come hanno scritto il Guardian e il Times – sottolinea Andrea Rucli, presidente dell’associazione Gaggia – che sa esattamente cosa vuole e come realizzarlo».

Francesco Antonioni, che vive a Roma e insegna composizione al conservatorio di Latina, da molti anni cura trasmissioni culturali per Radio3, tra cui “Radio3-suite” e “Lezioni di musica”.

«Per quanto riguarda Maja Bogdanovic – aggiunge Rucli – basta dire che le sono state affidate prime esecuzioni di opere di Krzysztof Penderecki, Sofia Gubaidulina, Philip Sawyers, Nicolas Bacri, Eric Tanguy, Benjamin Yusupov, Ivan Jevtic e altri. Assolutamente speciale il suo rapporto con Krzysztof Penderecki, iniziato in Francia, con l'Orchestre National des Pays de la Loire, e proseguita con la Filarmonica di Belgrado, l'Orchestra Filarmonica Slovena e la Tonhalle Orchester di Zurigo. Selezionata in un gruppo di artisti di primo piano a livello mondiale, è stata invitata a festeggiare, a Varsavia, l'ottantesimo compleanno del compositore, collaborando con Yuri Bashmet, Julian Rachlin e Barry Douglas. Maria Beloussova, eccellente solista, invece, si è dedicata, in questi ultimi tempi, soprattutto alla musica da camera, collaborando con musicisti di primissimo ordine del mondo musicale transalpino».

Enoarmonie 2017 è realizzata grazie al sostegno della Regione, della Fondazione Friuli, delle aziende vitivinicole, della Banca di Cividale, e dei Comuni di Corno di Rosazzo e Povoletto, con la collaborazione di Slowfood e del Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia, che propone al turista un'interessante opportunità per conoscere le tipicità dell'enogastronomia regionale.