Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Enjoy Sarajevo

A Gorizia la presentazione dell'opera di Michele Gambino
Gorizia

Sala APT
25/10/18
18.03

Evento annullato per indisponibilità dell'autore

 

L’ultimo appuntamento con Il Libro delle 18.03 vedrà protagonista, questo giovedì 25 ottobre nella Sala Apt di Gorizia, lo scrittore e giornalista Michele Gambino con il suo romanzo “Enjoy Sarajevo”(Fandango, 2018). Converserà con l’autore il giornalista Mauro Manzin, che si occupa da oltre vent’anni di Balcani ed Europa dell’Est.

Ispirato a una storia vera, il romanzo di Gambino è un noir realistico che fa un passo indietro tra le macerie dell’ultimo conflitto balcanico. Dal passato riporta Amos Profeti, professionista della guerra, mercenario, guida turistica di fosse comuni e trafficante di organi, chiave di accesso alla Sarajevo assediata degli anni Novanta. A lui chiederà consiglio Michele Banti, a più di vent'anni dal loro ultimo incontro. Quell'uomo ha segnato inesorabilmente la sua vita e ha trasformato un giornalista in prima linea sempre accanto agli ultimi nel cinico autore di un programma televisivo. Il passato torna a chiedere il conto e riavvolge il nastro della memoria. Profeti è un male necessario per attraversare l'ex Jugoslavia, dove l'orrore della guerra si mischierà alla paura di morire per mano di un uomo a cui ha dato fiducia e accesso ai suoi affetti e alle sue debolezze. Un tragico evento chiamerà Banti a una scelta difficile, forse impossibile per lui. In realtà è il peso della vita stessa stravolta dalla guerra a incidere sui singoli destini, spingendo i personaggi a finire ben oltre a dove si erano immaginati. Sullo sfondo gli inevitabili relitti umani che ogni conflitto comporta e l’immutabilità  del potere, degli interessi e delle meschinità del quotidiano che si rinnova.

Michele Gambino è giornalista, ha iniziato la carriera con I Siciliani, mensile fondato da Giuseppe Fava. Ha lavorato a lungo per il settimanale Avvenimenti occupandosi di malaffare politico e criminalità organizzata, è stato inviato e autore per molti programmi Rai e nel 1996 ha vinto il premio “Ilaria Alpi” per i suoi reportage dall’Afghanistan occupato dai Taliban. Tra i suoi libri Orgogli e pregiudizi. Islam e Occidente dopo le Twin Towers e Il cavaliere B., biografia non autorizzata di Berlusconi. E' autore televisivo.