Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

E la terra tremò

I cori del Friuli Venezia Giulia per i 40 anni dal terremoto
Vito d'Asio
Località Anduins, Chiesa parrocchiale
30/04/16
20.45

Sabato 30 aprile nella chiesa di Anduins si aprirà il cartellone di concerti con i quali i cori dell’Usci Friuli Venezia Giulia vogliono ricordare la tragedia del terremoto del 1976 in Friuli. Il coro Santa Maria di Lestans e il coro Vox Nova di Spilimbergo saranno i primi a offrire il proprio contributo all’iniziativa dal titolo E la terra tremò, ma sono già molti i cori che hanno aderito a questo omaggio con i propri progetti e concerti, attualmente programmati per tutto il mese di maggio e la prima metà di giugno.  Chiese, piazze, municipi, teatri e centri culturali ospiteranno questa serie di toccanti eventi, alcuni dei quali inizieranno all’ora esatta in cui furono percepite le scosse.

Si tratta indubbiamente di un capitolo indelebile nella storia della nostra regione, che va trasmesso in tutta la sua importanza alle generazioni future. Il contributo dei cori sarà riunire le persone nel ricordo e nell’omaggio musicale dalle voci di chi ha vissuto il terremoto e dei più giovani che ne hanno soltanto sentito parlare. L’Usci vuole valorizzare e promuovere le singole iniziative autonome riunendole in un programma unico che possa mettere in luce il contributo di ognuno con maggiore evidenza.

Saranno ben sei i concerti che si svolgeranno nella data significativa del 6 maggio: ad Aviano, Azzano Decimo, Cassacco, Castelnovo del Friuli, San Vito al Tagliamento e Venzone. In questi toccanti concerti alla musica si aggiungeranno in alcuni casi anche poesie, racconti e immagini. La scelta dei brani sarà varia, con due iniziative monografiche che prevedono l’esecuzione dell’Officium Defunctorum di de Victoria e del Requiem op. 48 di Fauré.

Il calendario dei concerti con tutti i dettagli è pubblicato sulla pagina www.uscifvg.it.