Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Cortomontagna

Per quattro giorni Tolmezzo diventa la città del cinema di montagna
Dante Spinotti e Trudie Styler (ph. Cortomontagna)
Tolmezzo

14/12 e fino al 17/12

Terza Edizione di Cortomontagna, la sezione del premio letterario Leggimontagna organizzata dall’ASCA – Associazione delle Sezioni del CAI di Carnia – Canal del Ferro – Val Canale, in collaborazione con la Comunità Montana della Carnia e il Consorzio BIM Tagliamento, la Cineteca del Friuli, National Geographic e Trento Film festival.

Sarà, dal 14 al 17 dicembre, una quattro giorni intensa in cui il cinema farà da protagonista con grandi film e grandi ospiti, prima di arrivare alla serata conclusiva con la consegna del premio al migliore cortometraggi, scelto tra gli oltre trenta pervenuti da tutta Europa dalla giuria composta da Dante Spinotti, Annalisa Bonfiglioli, Livio Jacob, Sara Martin, Gabriele Moser e Nicola Silverio.

Si comincia giovedì 14 dicembre alle 21 con la proiezione di Freak Show, il recente film sul bullismo che sarà presentato, come tutti gli altri, al nuovo cinema David/Teatro Candoni di Tolmezzo dalla regista Trudie Styler e da Dante Spinotti. Venerdì 15 il pomeriggio è dedicato alla scuola di film: alle 15.30 si svolgerà l’incontro “Il crimine fra realtà e finzione” con il celebre direttore della fotografia Dante Spinotti, il giornalista Alberto Nerazzini, il regista Claudio Cupellini e lo sceneggiatore Marco Pettenello. Alle 21 di venerdì 15 sarà proiettato Mira, del regista Lloyd Belcher, che racconta il sogno di una ragazza nepalese di riuscire a emanciparsi attraverso lo sport. Il filmato, della durata di 42 minuti, sarà proiettato in collaborazione con Trento Film Festival e National Geographic. Sabato 16 altro importante incontro, alle 15.30, con Dante Spinotti, lo scrittore e documentarista Paolo Cognetti e il biologo e scrittore Nicola Skert dialogheranno su “Dall’immagine alla scrittura e viceversa. Come comunicare con linguaggi differenti” al termine del quale verrà consegnato il primo premio di Leggimontagna per la sezione Narrativa a Paolo Cognetti per Le otto montagne. La consegna del premio sarà intervallata dalle letture dell’attrice Bianca Nappi. Il clou della quattro giorni sarà, però, domenica 17 dicembre quanto, a partire dalle 15.30 ci sarà la proiezione dei cortometraggi a concorso con la conseguente premiazione.

Il concorso ha avuto come tema “Montagna dal vivo”, con lo scopo di realizzare video che raccontino come l’autore vive e interagisce con l’ambiente montano, dal punto di vista che più lo rappresenta, spaziando da riprese di sci o alpinisti in azione, a riprese relative a un fatto di cronaca che abbia un legame con la zona alpina o prealpina, così come alla documentazione di storie di vita delle comunità o ambienti montani.

Per chiudere in bellezza la terza edizione di Cortomontagna, domenica alle 21 sarà proiettato Jane, il film documentario di Brett Morgan sull’etologa Jane Goodall, che per 40 anni ha studiato gli scimpanzé.