Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Conoscevo un angelo

Conduce la giornalista Margherita Reguitti
Manzano
Abbazia di Rosazzo
15/04/16
18

Venerdì 15 aprile alle 18 nell’Abbazia di Rosazzo ai terrà il terzo incontro della rassegna “Colloqui dell’Abbazia. Il viaggio della carta geografica di Livio Felluga”, un viaggio fisico e metaforico tra scrittori, artisti, videomaker, scienziati, giornalisti, promosso dalla Fondazione Abbazia di Rosazzo, con il patrocinio del MIBACT – Biblioteca statale isontina, in collaborazione con la Livio Felluga, voluto per festeggiare i 60 anni della celebre etichetta.

Ospite dell’incontro, condotto dalla giornalista Margherita Reguitti, sarà Guido Mattioni che, con il suo ultimo romanzo dal titolo “Conoscevo un angelo”, Ink Edizioni, ci porterà lontano, negli spazi americani, lungo una strada di storie imprevedibili e bizzarre, piene di curve e scritte sotto dettatura del caso. Come quella di Howard Johnson, figlio di piazzisti che girano l'America su una casa mobile, di Johnatan, l'angelo che spazza le vie di Woodstock lasciando dietro di sé profumo di sciroppo d'acero, Abe, pescatore di granchi che conserva i ricordi in una scatola di biscotti, o ancora Candice e Marilou, estetiste itineranti su una roulotte rosa e Margie, cameriera dagli occhi bellissimi, ma velati da un segreto duro da rivelare, Tante storie narrate da un moderno cantastorie nel presente oltre l’oceano.

Guido Mattioni, giornalista e scrittore, udinese di nascita e milanese di adozione, è cittadino onorario di Savannah in Usa, dove ha ambientato il suo romanzo d’esordio del 2013 “Ascoltavo le maree”, risultato vincitrice per la sezione Multicultural Fiction nel Global Awards di Santa Barbara in California e adottato come testo nei corsi italiani oltre oceano. Giornalista ha lavorato per importanti testate italiane. Questo è il suo terzo romanzo

L’incontro, a ingresso libero, sarà seguito da un brindisi con i vini di Livio Felluga.