Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Discovery

Building Peace Festival

Con "Longobard Race", la corsa nel fango
Cividale del Friuli

Parco della Lesa
03/06 e fino al 04/06

Una due giorni dedicata a musica, sport, enogastronomia e cultura locale. Gli eventi, organizzati dall’Asd Laguna Champ all’interno del Parco della Lesa, sono stati pensati per coinvolgere un vasto pubblico, dai grandi ai piccini. Molta attesa per la “Longobard Race”, la prima Mud Race ad approdare nel Nordest dopo il boom negli Stati Uniti.

Si parte sabato 2 giugno con la novità del Festival, rappresentata appunto dalla “Longobard Race”, la gara friulana nel fango entrata a far parte del circuito che aderisce alla Federazione Italiana OCR (Obstacle Course Race). La Mud Race è una moda che oltreoceano conta più di 4 milioni di praticanti e dal 2024 diventerà sport olimpico. Quella di Cividale, che partirà dal Parco della Lesa per poi proseguire per il centro storico, si preannuncia già come un appuntamento imperdibile.

A seguire, un palco tutto friulano nel quale si alterneranno le realtà musicali più in vista e apprezzate della regione: dal rock folk dei  Cinque uomini sulla cassa del morto, ai Playa Desnuda  per finire con il Vai Fradi! di Doro Gjat, frontman dei Carnicats.

La domenica, invece, vuole proporsi come un vero e proprio “family day”: in  aggiunta all’animazione e ai gonfiabili presenti sin dal mattino, verrà dato spazio anche ai giovani guerrieri longobardi con l’allestimento di un “campo di addestramento Longobard Junior” nel quale i genitori potranno affidare i propri figli. Inoltre, durante entrambe le giornate non mancheranno spazi dedicati all’enogastronomia locale con chioschi sempre aperti e diverse aree di ristoro.

«Siamo partiti dall’idea di organizzare una Mud Race anche in Friuli afferma Patrick Miotto, presidente dell’Asd Laguna Champ visto che tutte le regioni ne hanno una di portata nazionale, Cividale è sembrata da subito una location perfetta per la varietà del suo territorio, il massimo che potessimo desiderare”.

La proposta ha incontrato sin da subito il favore e l’entusiasmo dell’amministrazione, al punto tale da divenire un vero e proprio festival ricco di eventi allo scopo di mettere in luce il grande valore, sportivo e culturale, della regione. “Il Building Peace Festival – spiega il sindaco di Cividale Stefano Balloch – è un’ulteriore occasione per mettere in evidenza la nostra città, valorizzando un angolo molto suggestivo e allo stesso tempo ancora poco conosciuto come il Parco della Lesa”.