Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Sport

33 ore... Insieme si può

(ph. CALT)
Remanzacco
Palasport
21/11 e fino al 22/11

700 circa gli atleti che si avvicenderanno per 33 ore consecutive nella partita di pallatamburello che si giocherà presso la Palestra Comunale a Remanzacco dalle ore 9 di sabato 21 alle ore 18 di domenica 22 novembre. L’occasione è “Pallatamburello 33 ORE ... INSIEME SI PUÒ” la manifestazione sportiva, sociale e culturale che a cadenza biennale si tiene a Remanzacco e che, giunta alla sua 3^ edizione, vuole ulteriormente riconfermare i record già raggiunti nelle precedenti edizioni. Innanzitutto quello di essere l’unica gara di pallatamburello giocata per 33 ore consecutive.

Quindi la tipologia degli atleti partecipanti : ben 700 di cui 270 allievi provenienti da 6 scuole medie della provincia di Udine, 50 allievi della scuola primaria dell’istituto comprensivo di Premariacco, 150 provenienti dalle scuole secondarie superiori della Provincia di Udine e 220 adulti variamente “arruolati” tra le fila varie dell’associazionismo, dei genitori, dei docenti del comprensivo di Premariacco, dell’amministrazione comunale di Remanzacco e una decina di giovani diversamente abili dell’associazione “Insieme si Può”. Ma sicuramente il record che il prof. Lucio

Pasqualini deus ex-machina dell’iniziativa, docente di educazione fisica e i suoi allievi ed ex allievi della scuola, media di Remanzacco, sono riusciti a raggiungere è aver coinvolto un intero territorio attraverso un sport poco noto, promuovendo un messaggio culturale di buone pratiche salutari e di solidarietà sociale.

La pallatamburello è uno sport di squadra- afferma Pasqualini- tutti sono chiamati a partecipare, non ci sono riserve. È lo sport ideale per far comprendere l’importanza di buone prassi nella vita quotidiana, dall’attenzione all’alimentazione e al movimento, all’aiuto solidale per chi è diverso”.

Il lancio di inizio si avrà sabato 21 novembre alle ore 9 con la nuotatrice olimpica Erica Buratto, attuale assessore allo sport della città di Remanzacco. Quindi si susseguiranno, ogni 29 minuti, suddivisi in squadra gialla e squadra azzurra, i 700 atleti.

Per primi i ragazzi delle classi quinte della primaria di Remanzacco e Moimacco, gli allievi degli Istituti Superiori “Malignani” ,“Copernico”, Bearzi, Uccellis, Percoto di Udine e l’Istituto Magistrale di S.Pietro al Natisone, le scuole medie di Travesio(PN), Palazzolo dello Stella, Reana del Rojale e Premariacco , i donatori di sangue AFDS di

Remanzacco e Orzano, le due bande di Orzano, le mamme di Moimacco e quelle di Remanzacco, così come i papà dei rispettivi paesi, allievi ed ex allievi della media di Remanzacco, allievi della media Ellero di Udine, quindi una delegazione sportiva di Treviso e una di Cavalcaselle – Verona e l’Associazione Remanzacco Femminile, Proloco Remanzacco e Gruppo misto, docenti dell’istituto comprensivo di Premariacco e amministratori comunali.

Domenica 22 alle 16.20 scenderà in campo una delegazione della squadra nazionale femminile di pallatamburello che si confronterà con allievi ed ex allievi della scuola media di Remanzacco e concluderà quindi con un gruppo di atleti ospiti del centro per diversamente abili “Chiara Aquini Insieme si può”.