Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Senzatomica

Martedì 7 aprile inaugurazione e conferenza.
(ph. Roberto Bonora)
Fiumicello Villa Vicentina
Sala Bison, via Gramsci 8
07/04 e fino al 16/04
lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì 9-13/15-19; martedì, sabato e domenica 9-19

Martedì 7 aprile approda in Friuli Venezia Giulia SENZATOMICA. Trasformare lo spirito umano per un mondo libero da armi nucleari, la mostra multimediale itinerante vista da oltre 220.000 visitatori in 50 città di 13 regioni italiane, a partire da Firenze il 26 marzo 2011. Promossa e organizzata dall’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai (IBISG) quale contributo alla campagna mondiale PEOPLE’S DECADE OF ACTION FOR NUCLEAR ABOLITION, lanciata nel novembre 2007 a New York dal presidente della ONG Soka Gakkai International Daisaku Ikeda, la mostra sarà ospitata a Fiumicello presso la sala Bison (via A. Gramsci 8) dall’8 al 16 aprile 2015.

Martedì 7 aprile alle ore 20.30, nella medesima sede, l’inaugurazione. A presentare l’evento, la conferenza tenuta dall’esponente IBISG Matteo Marsili e da Claudio Tuniz – entrambi fisici ricercatori del Centro Internazionale di Fisica Teorica “A. Salam” di Trieste – assieme all’assessore alla Cultura del Comune di Udine Federico Pirone, coordinati da Bruno Lasca assessore alla Cultura del Comune di Fiumicello.

Con immagini, documenti, video-testimonianze di donne e uomini sopravvissuti alla tragedia di Hiroshima e Nagasaki, il percorso espositivo di SENZATOMICA si compone di 15 pannelli suddivisi in 4 sezioni: Garantire il diritto alla vita di tutti i popoli – Dalla sicurezza basata sulle armi alla sicurezza fondata sui bisogni fondamentali di ogni individuo – Cambiare prospettiva: dalla cultura della paura alla cultura della fiducia reciproca – Le azioni per costruire la pace e la responsabilità verso le generazioni future. Proposito della mostra è di sensibilizzare i visitatori su questi cruciali temi, nell’ottica dell’empowerment. Per diffondere una concreta cultura della pace, e promuovere in Italia, unitamente a molti altri paesi d’Europa e del mondo, un movimento di opinione di cittadini consapevoli del proprio potere di liberare il pianeta dalla minaccia delle armi atomiche.

Fine ultimo della campagna SENZATOMICA è l’adozione di una Convenzione Internazionale sulle armi nucleari. Insignita nel 2011 della medaglia d’oro dell’allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, SENZATOMICA si rivolge in particolare alle nuove generazioni destinate a raccogliere il testimone del futuro dell’umanità. L’intento è di offrire ai giovani e giovanissimi conoscenze e strumenti per poter scegliere, e costruire, un mondo nel quale il potere morbido del dialogo e del rispetto per la sacralità della vita prenda il sopravvento sul potere duro di armi, conflitti e violenze.