Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Music

François-Joël Thiollier

Thiollier.jpg
Trieste
Ridotto del Teatro Verdi, via San Carlo
20/10/14
20.30

Il pianista franco-americano François-Joël Thiollier, grande protagonista della scena musicale contemporanea, atteso a Trieste in un programma a lui molto congeniale, calibrato sul suo raffinato virtuosismo e per il piacere della scoperta e riscoperta di preziose gemme del repertorio francese: si partirà con un florilegio di pagine affascinanti di Claude Debussy (Rêverie in fa maggiore L. 68, Danse Bohemienne L.9, Nocturne L.89, Mazurka L.67, Ballade L.70, Danse Tarantelle Styrienne L. 69, Prélude n.8 dal II libro: Ondine, Prélude n.7 dal II libro: La Terrasse des audiences du clair de lune, Da Estampes: Soirée dans Grenade, Da Suite Bergamasque: Clair de lune), per proseguire nella seconda parte con selezioni incentrate totalmente sul Valzer da Erik Satie (Les trois valses distinguées du précieux dégoûté), ancora da Claude Debussy (Valse romantique L.71, La plus que lente L.121, L’isle joyeuse L.109) e infine da Maurice Ravel (La Valse - versione originale per piano solo, Mouvement de valse viénnoise in re maggiore).

Nato a Parigi, ha dato il suo primo concerto a New York all’età di 5 anni. Ha proseguito gli studi musicali in Francia, sotto la guida di Robert Casadesus. Successivamente si è perfezionato negli Stati Uniti con Sascha Gorodnitzki alla Juilliard School of Music, laureandosi con il massimo dei voti in tutte le materie, sia accademiche che musicali, all’età di 18 anni. Thiollier ha vinto ben 8 «Grand Prix», risultato senza precedenti in concorsi internazionali, fra cui “Reine Elisabeth” del Belgio ed “P.I. Tchaikowski” di Mosca. Il suo vastissimo repertorio, la sua eccezionale cultura musicale e la sua padronanza della tastiera sono la chiave del suo successo internazionale.

Oggi suona in più di 40 Paesi con le più prestigiose orchestre (Filarmonica di Leningrado e Mosca, Concertgebouw di Amsterdam, Residentie Orkest dell’Aja, Orchestra della Rai di Torino, Santa Cecilia, Orchestre de Paris, Orchestre National de France, London Symphony Orchestra) e nelle sale più importanti (Théatre des Champs Elysées, Berliner Philharmonie e Konzerthaus, Bunka Kaikan e Suntory Hall Tokyo, Palais des Beaux Arts di Bruxelles, Auditorium di Madrid, La Scala, la Fenice, la Sydney Opera House Concert Hall, ecc.). La sua interpretazione del Concerto di Busoni alla Philharmonie di Berlino è stata così recensita: “Thiollier, un pianista al di sopra di ogni paragone, ha stupefatto ed affascinato il pubblico con una tecnica pazzesca, una raffinata eleganza, un compiuto senso del suono e, infine, qualità non delle minori, con una musicalità piena di generosità”. François-Joël Thiollier ha inciso più di 36 LP e 40 CD con musiche che spaziano da Mozart a Ravel e Rachmaninoff (di quest’ultimi l’opera omnia in prima incisione mondiale). Recenti le incisioni di alcuni quintetti francesi, tra cui Saint-Saëns, Onslow, Widor e varia musica da camera di Milhaud. François-Joël Thiollier è stato nominato nel 2003 “Cavaliere Grande Ufficiale” dell’ordine francese “Arti e Lettere”.