Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Mario Burba, percorsi di vita

burbainviti.jpg
Cervignano del Friuli
Casa della Musica, Largo Galliano Bradaschia
24/10/14
18

Il geometra Mario Burba, decano dei geometri della provincia di Udine, ha compiuto 91 anni e l’Associazione Cervignano Nostra, d’accordo con la famiglia e con il sindaco Gianluigi Savino, ha deciso di organizzare una cerimonia aperta a tutti coloro che vogliono festeggiarlo.

È un segno di riconoscimento e gratitudine verso un cittadino della comunità cervignanese, molto conosciuto sia a Cervignano che a Fiumicello, per l’impegno profuso nella sua lunga vita, come persona coinvolta nel tessuto sociale e come professionista appassionato e apprezzato.

Nell’occasione il presidente di Cervignano Nostra Antonio Rossetti consegnerà a Mario Burba il premio Cervignano Nostra: un riconoscimento significativo che vuole evidenziare l’amore del geometra Burba  per Cervignano nonché il suo impegno per la valorizzazione e salvaguardia del territorio.

Inoltre sarà presentata la brochure “Mario Burba, percorsi di vita” che raccoglie alcune testimonianze e una breve autobiografia.

Intervalli musicali a cura del maestro Mauro Marcuzzi.

 

Mario Burba, classe 1923, ha fondato nel 1946 la Precasa di Papariano, azienda leader nella costruzione di capannoni, una realtà industriale importante che, negli anni Settanta, dava lavoro a più di 60 persone. Successivamente ha co-fondato la Burdan di Pradamano (l’acronimo Burdan sta per BURba – DANieli) nella produttiva collaborazione con le officine Danieli di Buttrio.

È stato inoltre, fra la fine degli anni Sessanta e i primi anni Ottanta, presidente dell’Associazione Piccole Industrie di Udine e, per un breve periodo, di quelle riunite del Friuli Venezia Giulia.

Nel 1976 è stato insignito dell’onorificenza di Commendatore della Repubblica Italiana e nel 1982 di quella di Grande Ufficiale della Repubblica Italiana. È stato pure impegnato nelle istituzioni come consigliere e assessore dei Comuni di Fiumicello e Cervignano del Friuli.

Contemporaneamente è sempre stato molto vicino a diverse Parrocchie e alla diocesi di Gorizia: con l’ex arcivescovo di Gorizia, monsignor Pietro Cocolin, ha inaugurato la missione diocesana in Costa d’Avorio, e con numerose Parrocchie ha assolto incarichi delicati di progettista e direttore dei lavori, ricevendo nel 2005 la Commenda di San Silvestro Papa. Nella parrocchia di Cervignano ha realizzato il progetto del Ricreatorio di San Michele, della Casa Camuffo, quello irrealizzato del Campanile del Duomo, dell’Asilo Parrocchiale e dell’ex cappella della Casa di Riposo.