Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Incontro di culture a tavola

CastellodiGorizia-foto©LuigiVitale.jpg
Gorizia
Castello
12/09/14
15.30
0165 45858

La Delegazione di Gorizia dell’Accademia Italiana della Cucina e la Provincia di Gorizia, nell’ambito dei progetti di Cooperazione europea Italia Slovenia 2007-13 Solum & Heritaste, organizzano un Convegno Internazionale sul tema “Incontro di culture a tavola”, per analizzare, partendo dalle peculiarità delle cucine friulana, slovena e veneta, le influenze positive che hanno avuto sulla cultura gastronomica del Friuli Venezia Giulia e, in particolare, di Gorizia. Il convegno sarà collegato con Gusti di Frontiera, che a fine settembre animerà le strade e le piazze di Gorizia.

Posto che i cibi viaggiano come le idee e  le parole, è oggi acquisito che nelle  aree multiculturali e plurilingui le occasioni di interscambi e di contatti si moltiplicano con le inevitabili conseguenti contaminazioni anche nel settore enogastronomico.

Il rapporto tra lingua e cibo e le relative interferenze sono da tempo riconosciuti. Così come nel mondo inglese l’interscambio tra la cucina francese e anglosassone  è un dato noto e confermato, pensiamo ai diversi termini pig e pork per indicare  il maiale vivo e cotto,  o a calf e veal per il vitello o anche ox e beef per il manzo, anche nel Friuli Venezia Giulia e a Gorizia ci  sono stati  analoghi fenomeni in una regione attraversata dalle grandi culture quali quella romanza, slava e germanica. La regione ha inoltre rappresentato per molti secoli il baluardo estremo della Serenissima Repubblica di Venezia, centro dei commerci e degli scambi con terre lontane e inaccessibili ad altri popoli.

Questa vicinanza  e questi contatti  hanno lasciato evidenti tracce positive  nella gastronomia e nelle abitudini alimentari del territorio.

Il Convegno  si terrà  il 12 settembre alle 15.30 nella Sala del Conte del Castello di Gorizia, con - a conclusione dei lavori - una degustazione di prodotti tipici.  Dopo i saluti delle autorità, inizieranno i lavori sotto la guida di Renzo Mattioni, coordinatore regionale dell’Accademia Italiana della Cucina, Istituzione Culturale della Repubblica Italiana. La cucina friulana, slovena e veneta saranno i temi centrali della relazioni tenute rispettivamente da Massimo Percotto, delegato di Udine dell’Accademia Italiana della Cucina, di Slavica Plahuta, già direttrice dei musei di Nova Gorica, e da Giorgio Viel, direttore regionale del Centro studi dell’Accademia.

Seguiranno gli interventi di Antonietta Stroili, sulla storia del gulash e di Roberto Zottar, delegato per la provincia di Gorizia dell’Accademia Italiana della cucina, su “I dolci a Gorizia, incontro di civiltà”. Inoltre, Claudio Fabbro, agronomo goriziano, cercherà di unire questi territori transfrontalieri attraverso la storia e le tradizioni vitivinicole. Carlo del Torre completerà il programma con la presentazione del volume di ricette per ragazzi frutto del progetto internazionale Heritaste. A trarre le conclusioni sarà il segretario nazionale dell’Accademia Italiana della Cucina, Paolo Petroni.

 

È necessaria la prenotazione, contattando la segreteria organizzativa Enjoy Events al numero 0165 45858