Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Mittel_Figure

Divadlopiki5.jpg
Cividale del Friuli

20/07 e fino al 26/07

Otto spettacoli anche per il nuovo cartellone di Mittel_Figure, realizzato nell’ambito di Mittelfest 2014: al festival di Cividale del Friuli e nella patria di Vittorio Podrecca torna dunque quest’anno una sezione organica dedicata al Teatro d’Animazione. Un percorso di “tendenze&tecniche”,  rappresentativo dei segnali e delle novità  che provengono dal teatro di figura del nostro tempo: «A Mittel_Figure infatti – spiega il direttore artistico Roberto Piaggio – si esibiranno  compagnie emblematiche  per cifra stilistica e tecniche utilizzate, fra tradizione e innovazione. Con tecniche a tutto campo dalle dita delle mani a quelle dei piedi, con manipolazione a filo oppure a guanto, con proiezioni e maschere ... perché tutto torna utile nel teatro di figura». 

Si parte domenica 20 luglio, alle 11, con le “Storie di mucche” del Divadlo Piki;  lunedì 21 luglio, a Palazzo de Portis alle 18, Teatro in trambusto presenta “Varietà prestige”. Martedì 22 luglio, alle 18, nel Cortile Monastero di scena Laura Kibel con “A piede libero”. Mercoledì 23 luglio, ancora alle 18 nel Cortile Monastero arriva il “Family Theater” di Girovago e Rondella, che presentano “Manoviva”. Evento notturno giovedì 24 luglio con uno spettacolo di produzione CTA, sempre nel segno di “letteratura & figure”:  “Zlateh la capra” è una produzione tratta da Isaac Singer, premio Nobel per la letteratura nel 1978. Realizzato da Antonella Caruzzi e interpretato dall’attrice Duska Kovacevic, l’allestimento è ispirato ad un noto racconto di Singer per voce, figure e immagini. Venerdì 25 luglio, alle 21.30 in Piazza Duomo spazio a Zaches Teatro e a una sorprendente rilettura di “Pinocchio”, per la regia e drammaturgia di Luana Gramegna. Il progetto Pinocchio – proposta a pagamento di Mittel_Figure – nasce dalla volontà di recuperare la storia originale di  Collodi data alle stampe nel 1883. L’intento è quello di ritrovare quella forza originale del testo che nel tempo si è perduta, quell’atmosfera un po’ polverosa e usurata, ma anche cruda e ironica. Il lavoro si concentra sul linguaggio e le tecniche del teatro di figura, con particolare attenzione all’uso della maschera, ma si misura con altri linguaggi artistici, quali la danza contemporanea e il suono elettronico live. 

Sabato 26 luglio, in via Cavour alle 18 spazio a L’Aprisogni con “Sisto, Miseria e la Creatura 2.0”. Infine domenica 26 luglio, alle 21.30 nella Chiesa dei Battuti, gran finale con una produzione CTA, “Berta è scappata”,  (lo spettacolo è a pagamento). Tratta dall’omonimo  racconto di Fernando Marchiori  pubblicato da Titivillus, la pièce ruota intorno al gioco tanto amato del “campanon”, uno dei più semplici e familiari, al tempo stesso uno dei più praticati da generazioni di giovani di ogni latitudine. La storia si snoda tra vasti paesaggi, giochi d’un tempo, piccoli rituali domestici, ed è un racconto di amicizia, di sentimenti, di solidarietà in una Gorizia ancora divisa dalla frontiera tra l’Europa dell’Est e dell’Ovest.