Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Pubblicato oggi il bando

Attualità
27 gennaio 2021

In FVG via libera ai contributi per gli ascensori

 a cura della redazione
Un bilione di euro per il biennio 2021-22 per nuova installazione o adeguamento su immobili privati
CONDIVIDI
(ph. Gerd Altmann da Pixabay)
Attualità
27 gennaio 2021 della 
redazione

Pubblicato oggi il bando per la concessione di incentivi a sostegno degli interventi di nuova installazione o adeguamento di ascensori da realizzare su immobili privati esistenti per migliorare la fruibilità e l'accessibilità degli spazi abitativi.

A darne conto è l'assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio, Graziano Pizzimenti.

"Il bando - spiega - è stato concepito per dare maggior attenzione e relativi punteggi a soggetti come persone anziane o con disabilità per garantire loro la possibilità di vivere una vita senza barriere almeno all'interno del proprio condominio. Sono molte, infatti, le persone che, a causa di disabilità o impedimenti fisici, non riescono a essere autonome nemmeno all'interno della loro realtà abitativa e sono quotidianamente in difficoltà anche solo per poter entrare o uscire da casa".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il procedimento contributivo è a bando e, dalla data di pubblicazione, sono previsti 30 giorni per presentare le domande. I contributi sono assegnati secondo l'ordine di graduatoria in base ai punteggi attribuiti. La graduatoria rimarrà valida per due anni, fino a esaurimento dei fondi, disponibili ovvero 1 milione per il biennio 2021-2022.

L'intensità del contributo e l'importo massimo della spesa ammissibile sono variabili a seconda del numero di livelli fuori terra e del tipo di iniziativa (installazione o adeguamento) con un contributo massimo del 50% su una spesa massima ammissibile pari a 100.000 euro per la nuova installazione e con un contributo massimo del 40% su una spesa massima ammissibile di 80.000 euro per l'adeguamento.

Commenti (0)