Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Venerdì presentazione a Udine

Società
05 febbraio 2014

Le leggi delle donne che hanno cambiato l'Italia

di Ufficio stampa UniUd
"Senza le loro lotte per l'emancipazione l'Italia sarebbe un Paese molto più arretrato".
CONDIVIDI
3960
Foto d'epoca di Nilde Jotti
Società
05 febbraio 2014 di Ufficio stampa UniUd

“Le leggi delle donne che hanno cambiato l’Italia” è il titolo del libro che sarà presentato venerdì 7 febbraio, alle 17.30, nell’auditorium dell’Agenzia regionale per il diritto agli studi superiori (Ardiss) di Udine (viale Ungheria 49). Il volume, curato dalla Fondazione Nilde Jotti (Ediesse, 2013), illustra tappe e contenuti delle conquiste legislative che hanno cambiato la vita delle donne e l’assetto del nostro Paese, dall’inizio della Repubblica all’ultima legislatura. L’incontro è organizzato dal dipartimento di Lingue e letterature straniere dell’Università di Udine, dall’associazione “Le donne resistenti”, dalla Commissione pari opportunità del Comune di Udine e dall’Agenzia regionale per il diritto agli studi superiori (Ardiss).

Alla presentazione interverranno Paola Schiratti, dell’associazione “Le donne resistenti” (Le donne nella vita politica in Italia oggi: le opportunità previste dalla Costituzione, le conquiste da realizzare), e, per l’Università di Udine, la glottologa Fabiana Fusco, delegata dell’ateneo per la didattica (Dall’Assemblea costituente alla Costituzione: la parola alle donne), e lo storico Nicola Gasbarro (Istituzione e cultura: verso un nuovo immaginario).

“Senza le battaglie di emancipazione e liberazione fatte dalle donne – sottolineano Fusco, Gasbarro e Schiratti –, l’Italia sarebbe un Paese molto più arretrato e diversi articoli della Costituzione non sarebbero stati mai applicati».

Commenti (0)
Comment