Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nuova iniziativa della famiglia Caruso

Attualità
04 gennaio 2021

Palmanova, donano generi alimentari in memoria del figlio morto

a cura della redazione
Cento pacchi destinati alle famiglie bisognose della città grazie alla generosità dei genitori del sergente deceduto in un incidente stradale
CONDIVIDI
37666
Un momento della donazione
Attualità
04 gennaio 2021 della redazione

familiari del sergente Rocco Caruso, sottufficiale del “Genova Cavalleria”, venuto a mancare lo scorso 16 maggio in seguito a un incidente stradale, hanno donato, attraverso la Caritas di Palmanova, cento pacchi di generi alimentari a favore delle famiglie bisognevoli della città stellata.

Un gesto con cui i genitori del militare hanno voluto ancora testimoniare l’attaccamento alla comunità di Palmanova, sede dell’unità dove per dieci anni aveva prestato servizio loro figlio.

Non è la prima volta che la famiglia Caruso si muove con gesti di solidarietà: il 5 ottobre scorso aveva donato due defibrillatori, rispettivamente al Comune di Palmanova e al Reggimento “Genova Cavalleria” (4°), per sottolineare lo stretto legame venutosi a creare tra la famiglia, il reggimento e la comunità locale.

“Gesti molto importanti e di cui dobbiamo essere profondamente grati. Una famiglia che ha subito un grave lutto, e a cui siamo vicini nel dolore, ora decide di impegnarsi per la città che ha ospitato il figlio. A nome di tutta la comunità di Palmanova, sono qui per ringraziare nuovamente per l’aiuto concreto che stanno dando a chi ha più bisogno. Azioni tangibili che dimostrano grande generosità e solidarietà”, ha commentato il sindaco di Palmanova, Francesco Martines.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La donazione ha visto coinvolto il personale del Reggimento “Genova Cavalleria” (4°) che, grazie all’intervento della Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, ha agevolato i contatti tra la famiglia Caruso (residente in Toscana) e la Parrocchia SS. Redentore di Palmanova e fornito supporto logistico per il trasporto e la distribuzione dei pacchi.

Commenti (0)
Comment