Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Servizio già in funzione

Attualità
14 dicembre 2020

Staranzano, pre-accoglienza per studenti alle "Stalle Rosse"

di Livio Nonis
Coinvolti gli allievi delle classi quinte della scuola primaria De Amicis
CONDIVIDI
37356
La struttura delle "Stalle Rosse" a Staranzano
Attualità
14 dicembre 2020 di Livio Nonis Image

Da qualche giorno è stato dato formalmente inizio all’attività di pre-accoglienza che coinvolgerà i ragazzi delle classi quinte della scuola primaria De Amicis di Staranzano che frequentano la struttura delle “Stalle Rosse” in questo periodo particolare.

Infatti, da settembre la struttura dell’oratorio della Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo è a servizio del polo scolastico per ospitare quattro classi, poco più di ottanta alunni.

Dall’unione delle forze tra Amministrazione comunale di Staranzano, Comitato Genitori Staranzano, Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo e Circolo ACLI – US ACLI “Mons. Francesco Plet” è stato quindi possibile strutturare questo servizio gratuito per le famiglie.

“Le necessità lavorative delle famiglie e la flessibilità che richiede questo periodo emergenziale – spiega l’assessore Michele Rossi – hanno sin da subito evidenziato il bisogno di istituire un servizio di pre-accoglienza scolastica”.

All’incontro tra le famiglie interessate e gli animatori del Circolo ACLI, erano presenti, oltre all’assessore, la presidente del Comitato Genitori, Federica Deiuri, e il presidente del Circolo ACLI, Davide Ronca, nonché i quattro animatori che si prenderanno cura dei ragazzi nei futuri mesi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Presso la sala “ACLI” dell’oratorio di via E. De Amicis, messa a disposizione dalla Parrocchia, gli animatori accoglieranno dal lunedì al venerdì, dalle 7.45 alle 8.20, una decina di alunni che si sono già iscritti.

“Crediamo fortemente nell’integrazione delle ricchezze offerte dal territorio nella sua rete per sostenere le famiglie nell’educazione dei ragazzi. Ci dispiace che questa situazione emergenziale non ci permetta ancora di poter riprendere il servizio di post-accoglienza che il Comitato aveva organizzato presso la struttura scolastica e che si sarebbe dovuto realizzare dalla passata primavera. Questa pre-accoglienza ci fa ben sperare di tornare a poter immaginare di essere nuovamente a servizio delle famiglie” spiega Deiuri.

“Siamo davvero contenti – afferma Ronca – di poter essere a servizio delle famiglie in intesa con l’Amministrazione e altre associazioni. Il mio ringraziamento va sin da subito agli animatori che si sono subito messi a disposizione, nonostante gli impegni universitari. Dopo le attività estive organizzate in tempo di COVID, fornendo un aiuto alle famiglie per sei settimane, questa attività di pre-accoglienza sembra una sfida senza troppi ostacoli. Protocolli sanitari, sanificazione giornaliera e formazione sono già stati predisposti per i ragazzi e per gli ambienti. Speriamo in questo modo di essere più vicini alle famiglie e far conoscere il Circolo con una veste nuova: anche dopo sessant’anni a Staranzano siamo pronti a cogliere i nuovi bisogni di questo tempo”.

Commenti (0)
Comment