Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nel contesto di Friuli Future Wines

Società
27 gennaio 2014

Il vino Fvg in vetrina a San Francisco

a cura della redazione
Quello americano è il principale mercato estero per le aziende vinicole regionali.
CONDIVIDI
3856
Tour USA per il vino FVG (ph. Alessandro Castiglioni)
Società
27 gennaio 2014 della redazione

Riprende con oggi, e a pieno ritmo, l’attività dell’Ocm vino, la più grande aggregazione italiana fra imprese vitivinicole regionali, arrivata a contare alla quinta edizione oltre 40 imprese con capofila la Camera di Commercio di Udine, che hanno deciso di mettersi in rete per realizzare insieme una promozione più efficace sui mercati Extra Ue, Stati Uniti innanzitutto, ma anche Russia e Cina. In particolare, gli Stati Uniti restano il primo mercato per i vini Fvg (e per quelli italiani): il Paese totalizza quasi il 30% dell’export totale di bevande Fvg nel mondo. 

L’aggregazione Fvg – che prende il nome di Friuli Future Wines – è un progetto originale, partito nel 2010, e permette alle singole imprese di scegliere liberamente a quali iniziative partecipare e con che modalità promozionali, ma nel contempo garantisce un’azione coordinata sulle varie manifestazioni ed eventi a cui si aderisce, sempre con la forza che solo un’aggregazione fra Pmi può dare, garantendo più “peso specifico” e visibilità, e permettendo a un intero territorio di presentarsi unito sulle più importanti piazze extra Ue. 

Nel 2014, la prima tappa è lo “Slow Wine Tour”, che parte proprio oggi a San Francisco, toccherà Chicago il 29 gennaio e New York il 3 febbraio, e vedrà il coinvolgimento di quattro imprese del gruppo. Sempre il 3 febbraio, a New York, ci sarà anche il Vinitaly International Tour e saranno  tre le imprese del gruppo coinvolte. Il 4 febbraio ci sarà invece il Simply italian Tour, a Miami, con la presenza di sei imprese di Friuli Future Wines e quindi partirà  il “Gambero Rosso 3 bicchieri World tour”, a New York il 6 febbraio, a Chicago l'11 e a San Francisco il 13 febbraio,  con la presenza di quattro imprese del gruppo. 

Sono 44, per la precisione, le aziende vitivinicole coinvolte in Ffw: dalle province di Gorizia Blason, Lis Neris, Norina Pez, Picech, Ronco Del Gelso, Zorzon, Branko, La Rajade, da quella di Pordenone Da Dalt, Tenuta Bosco Albano, Tommasella, Vinopera, Terre Alte e da quella di Udine Antonutti, Aquila Del Torre, Bidoli, Petrussa, Ciani, Colutta, Scarbolo, Conte d’Attimis, Diadema, Ermacora, Forchir, Wine Company, Gigante, Grillo Iole, La Tunella, Livon, Marinig, Masut Da Rive, Ronchi San Giuseppe, Meroi, Obiz, Perusini, Zaglia, Zorzettig, Petrucco, Volpe Pasini, Talis Wine, Stocco, Valentino Butussi, Vendrame, Vitas. 

Commenti (0)
Comment