Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Rilevazione effettuata dalla Regione

Attualità
11 settembre 2020

Coronavirus: in FVG 9 mila test sierologici al personale scolastico

a cura della redazione
Sulle quasi 19 mila totali. Le persone risultate positive sono state 52, pari allo 0,6%
CONDIVIDI
36009
(ph. pixabay.com)
Attualità
11 settembre 2020 della redazione

Quasi una persona su due del Friuli Venezia Giulia che opera in ambito scolastico si è sottoposta volontariamente nei giorni scorsi al test sierologico messo a disposizione della Regione per rilevare la positività al Coronavirus. Delle 18.895 unità di personale, sono state 9.090 quelle che hanno partecipato allo screening; tra queste, 52 persone sono risultate positive per un valore pari allo 0,6% del totale dei testati.

Il territorio che ha risposto in modo più massiccio ai test è stato quello afferente all'azienda sanitaria del Friuli occidentale (Asfo), dove a sottoporsi alle analisi sono stati il 76% delle persone, ovvero 3.720 unità su un totale potenziale di 4.863 unità. Nell'area pordenonese, i casi positivi sono stati 17 ovvero lo 0,5% di quanti si sono sottoposti alla rilevazione.

Coloro che gravitano sul territorio dell'Asugi e che hanno partecipato allo screening sono stati 2.419 su 5.156, pari al 47%; i positivi in questo caso sono stati 22, cioè lo 0,9% dei testati. Infine nell'area dell'Asufc dai 2.951 esami su 8.876 persone (33%), le persone risultate positive sono state complessivamente 13 cioè lo 0,4%.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altro dato emerso dalla rilevazione compiuta dalla Regione è che il numero dei medici di medicina generale coinvolti nell'azione di screening sono stati 166 su un totale regionale di 770 (22%).

Va precisato, infine, che i dati non sono ancora definitivi ma rappresentano quasi la totalità dell'indagine alla quale operatori del sistema scolastico e medici di medicina generale hanno aderito volontariamente.

Commenti (0)
Comment