Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Operazione di Polizia e Guardia di Finanza

Attualità
30 luglio 2020

Gorizia, sequestro record di tabacco da mastico

a cura della redazione
Denunciati due fratelli pakistani residenti in Germania e due afghani domiciliati nel capoluogo isontino. Avevano 660 chili di merce per un valore di 30 mila euro
CONDIVIDI
35275
I sacchi di tabacco sequestrati
Attualità
30 luglio 2020 della redazione

Personale della Polizia di Stato di Udine e Gorizia e della Compagnia della Guardia di Finanza di Gorizia, coordinato dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Gorizia, nell’ambito dell’attività di contrasto all’immigrazione clandestina e di prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti ha denunciato in stato di libertà due fratelli pakistani di 24 e 22 anni residenti in Germania e due cittadini afghani di 34 e 27 anni domiciliati a Gorizia, perché colti in flagrante possesso di 660 kg di tabacco da mastico in confezioni prive del sigillo di Monopolio e con indicazioni per la salute in lingua tedesca e in lingua urdu.

Il fatto è avvenuto lo scorso 25 luglio, quando a Udine il personale della Squadra Mobile della Questura del capoluogo friulano aveva notato in viale Europa Unita la presenza di un furgone Mercedes Vito con targa tedesca i cui occupanti prendevano contatti con alcuni cittadini pakistani gravitanti in zona.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Insospettiti dai movimenti del veicolo, i poliziotti lo hanno pedinato fino alla direttrice della SR 56, in provincia di Gorizia, attualmente utilizzata dai passeur per introdurre clandestini in Italia dalla confinante Slovenia.

Date le circostanze, con l’ausilio di personale della Questura di Gorizia, il furgone è stato fermato a Lucinico, alla prima periferia del capoluogo isontino, sottoponendo a controlli i 4 individui presenti sul veicolo.

Sono così stati identificati due fratelli pakistani di 24 e 22 anni residenti in Germania e due cittadini afghani di 34 e 27 anni domiciliati a Gorizia; nel corso del controllo, a bordo del furgone sono stati rinvenuti 26 sacchi contenenti confezioni di tabacco da mastico prive di sigillo di Monopolio, con indicazioni per la salute in lingua tedesca e in lingua urdu, per un totale complessivo di 660 chili di tabacchi lavorati esteri.

Con l’ausilio di militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Gorizia, i tabacchi sono stati sequestrati e i quattro cittadini stranieri deferiti in stato di libertà per contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’operazione rappresenta uno dei più importanti sequestri di tabacco da mastico operati sull’intero territorio nazionale negli ultimi anni: questo tipo di tabacco, molto popolare tra gli immigrati di origine indiana, pakistana e afghana, viene venduto sottobanco in alcuni negozi etnici. Il valore commerciale dell’intero carico è di circa 30.000 euro.

Commenti (0)
Comment