Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

L'investitura a margine di Udinese-Lazio

Sport
20 gennaio 2014

Edi Reya testimonial AIDO

a cura della redazione
Il tecnico goriziano aiuterà a sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza del dono degli organi.
CONDIVIDI
3743
Edi Reja tra Daniele Damele e Rosanna Bonelli
Sport
20 gennaio 2014 della redazione

L’allenatore della Lazio, il friulano Edi Reja, è il nuovo testimonial dell’AIDO, associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule.

L’accettazione dello speciale “incarico” è avvenuta ieri a Udine prima della partita del capionato di Serie A di calcio Udinese - Lazio. A chiedere al goriziano Reja di assumere questo ruolo è stata l’AIDO della provincia di Udine assieme a Unione nazionale consumatori, Euretica, Club Unesco e Comitato Friul Tomorrow di Udine. L’occasione è stata valida per omaggiare il mister laziale oltre che di una targa (“per l’etica e la lealtà sempre dimostrate che lo portano a essere un modello comportamentale specie per i giovani”) e della borsa AIDO, anche di un quadro del pittore, pordenonese di adozione, Salvatore Angelo Spissu, suocero dell’imprenditrice lignanese Danila Ciotta, che donò gli organi.

All’atto dell’investitura, Reja ha ricevuto anche un in bocca al lupo per il futuro dalla monfalconese Bianca Maria Lupi che ha portato al mister “uno speciale e grato augurio dalla Toscana da una particolare tifosa sua e della Lazio, la prima e unica fantino donna del palio di Siena, Rosanna Bonelli detta Rompicollo”.

Ha curato l’incontro il dirigente “aidino” Daniele Damele al quale Reja ha pubblicamente detto: “Fai bene a sensibilizzare chi conosci a favore della donazione d’organi e della ricerca scientifica. Questo è il miglior modo per onorare la memoria di tua sorella Susanna”.

Commenti (0)
Comment