Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Attivati dalle istituzioni

Attualità
29 luglio 2020

Gorizia, psicologi aiutano ad affrontare il lutto per Stefano

a cura della redazione
Psicoterapeuti specializzati stanno incontrando gruppi di genitori, compagni di classe, educatori e soccorritori
CONDIVIDI
35241
Palazzo Coronini a Gorizia
Attualità
29 luglio 2020 della redazione

Comune di Gorizia, parrocchia e ASUGI (Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina) hanno concordato l'opportunità di sostenere la comunità locale, a partire dai componenti più esposti alla tragedia della morte di Stefano Borghes, attraverso l'attivazione di un processo di sostegno e rielaborazione fin dal giorno successivo ai fatti.

La Direzione ASUGI ha provveduto a contattare l'Associazione EMDR Italia (Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari - associazione scientifica specializzata nello stress post traumatico e in interventi emergenziali) al fine di collaborare sul piano metodologico per l'intervento psicoterapeutico nell'ambito dell'incidente avvenuto al Parco Coronini.

Si è costituito un gruppo di esperti formato da 4 psicoterapeuti competenti sulla psicologia dell'emergenza che appartengono ai servizi sanitari dell'isontino, supervisionati dalla dottoressa Giada Maslovaric dell'EMDR, esperta a livello nazionale di interventi in situazioni di stress estremo.

Fin da domenica scorsa sono stati svolti insieme a lei due incontri di psicoeducazione a cui hanno partecipato un gruppo di genitori e compagni classe di Stefano e un gruppo di genitori di partecipanti ai centri estivi. Si è così avviato un programma di aiuti specialistici, attualmente in corso, rivolto a quanti, delle persone coinvolte, hanno aderito all'invito delle istituzioni e, in particolare, ai ragazzini e ai loro genitori, agli animatori e ai soccorritori intervenuti nell'emergenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Molti interventi di EMDR si effettueranno in gruppo per attivare le risorse sia individuali che di gruppo. “Comune, parrocchia e ASUGI – recita una nota stampa del Comune di Gorizia – stanno dando un forte segnale costruttivo di presenza e supporto in questo grandissimo dolore. Si auspica, così, di essere riusciti a mettere a disposizione di quanti sono stati coinvolti a diversi livelli nel tragico evento, la necessaria assistenza specialistica e umanitaria”.

Commenti (0)
Comment