Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Arriva “Contaminazioni digitali”

Cultura e Spettacolo
27 luglio 2020

L’arte performativa invade Turriaco

a cura della redazione
Il Festival Urbano Multimediale si sposta nel goriziano per una serie di appuntamenti che coinvolgeranno direttamente gli spettatori
CONDIVIDI
35174
Contaminazioni Digitali
Cultura e Spettacolo
27 luglio 2020 della redazione

Si comincerà con una performance itinerante per le vie del paese e poi, a seguire, danza, teatro, e un’installazione interattiva che vedrà per protagonista il pubblico. E questo solo nella prima giornata. “Contaminazioni digitali - Festival Urbano Multimediale”, parte della rete culturale “Intersezioni”, farà tappa a Turriaco (30 luglio-1°agosto), comune capofila dell’edizione 2020.

Turriaco_Hosting (30 e 31 luglio, alle 18; 1° agosto alle 18 e alle 19, partenza da piazza Libertà), sarà un’esperienza poetica che guiderà il pubblico in un’indagine sul patrimonio umano e culturale di un territorio, e metterà in luce le unicità dei suoi luoghi. Risultato di una residenza artistica del collettivo LunAzione, ospite della cittadina, sarà una performance itinerante con cuffie wireless: gli ospiti saranno condotti all’esplorazione del centro urbano attraverso le voci e i contributi di coloro che lo abitano. Le vite e gli oggetti personali, l’ambiente e la memoria tratteggeranno un viaggio unico nella sua specificità, una drammaturgia collettiva per indagare il senso più intimo dell’incontro.

Dalla poesia performativa si passerà a quella della danza urbana degli Arearea che - sempre in piazza Libertà, alle 19.30 - porteranno lo spettacolo “Estate da Le Quattro Stagioni”: i danzatori si esibiranno sulle ipnotiche musiche di Max Richter che rilegge in chiave contemporanea il grande classico di Vivaldi (coreografia di Marta Bevilacqua e Valentina Saggin).

In piazzale Faidutti, dalle 21.30, si passerà al teatro che fa divertire ma anche pensare, quello di Peso piuma: secondo gruppo in residenza, capace di affrontare tematiche di scottante attualità, ma di farlo con le risate, spesso ciniche e scorrette. All You Can Hitler (in collaborazione con i festival “ARS. Arti Relazioni Scienze” e “Science in the City Festival” - Esof 2020) racconta del Kiribati, un’isola nel Pacifico a rischio di sparizione per l’innalzamento del livello del mare, peccato che i suoi abitanti ne siano inconsapevoli. Tra equivoci, politicamente scorretto, incontri di kung fu e chat erotiche alle tre del mattino, i protagonisti cercheranno in ogni modo una via di fuga da un paradiso diventato inferno.

Da un tema d’attualità, qual è il cambiamento climatico, si passerà a una riflessione più intima, ma sempre focalizzata sul rapporto tra l’individuo e l’ambiente che lo circonda: scegliere se rimanere nel proprio mondo, privo di relazioni, oppure stare, con consapevolezza e responsabilità, nella moltitudine di cose che circondano il proprio Io. La video installazione interattiva Boll dell’artista multidisciplinare Paolo Scoppola si svilupperà attraverso diversi scenari che si alternano sullo schermo. Lo spettatore (il 30, 31 luglio e 1° agosto alle 22 e alle 23.30) osserverà le immagini da lontano, poi si avvicinerà, attraverserà un velo immaginario e, a poco a poco, vedrà la propria sagoma apparire e interagire con la scena. Sceglierà dove stare, se passare nel mondo esteriore e rendersi visibile a tutti.

Fra gli appuntamenti ospitati a Turriaco ci sarà anche quello con Andrea Pennacchi, nelle vesti del Pojana, l’imprenditore veneto protagonista di una fortunata serie di incursioni televisive a Propaganda Live. L’attore, il 31 luglio alle 19 in piazzale Faidutti, incontrerà Pippo Civati, ex parlamentare oggi editore e autore per la casa editrice People, per discutere di libri. Al centro del dialogo due opere fresche di stampa “Pojana e i suoi fratelli”, di Pennacchi, e “Una meravigliosa posizione” dello stesso Civati. Alle 21 sarà sempre Pennacchi a calcare il palco di piazza Libertà, accompagnato dal vivo da Giorgio Gobbo e Gianluca Segat, portando in scena proprio Pojana. Al termine dello show, dalle 22.30, sarà la volta di Dadavisioni, concerto multimediale del collettivo musicale Minimal Klezmer. Da segnalare il primo agosto, alle 21.30 in piazzale Faidutti, anche lo spettacolo teatrale Wilder Boy della Compagnia Dynamis.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

«Ospitare “Contaminazioni digitali” è un risultato storico per l’Amministrazione comunale di Turriaco - hanno affermato il sindaco, Enrico Bullian, e la vicesindaco con delega alla Cultura, Carla De Faveri -. Mai in passato si era gestita una rassegna culturale di questo spessore, che porterà a Turriaco artisti prestigiosi fra il 30 luglio e il primo agosto e assocerà il nome della cittadina a quello di altri Comuni turistici ben più noti. Siamo stati “contaminati” dai venti dell’arte del festival già prima degli spettacoli con l’arrivo degli artisti in residenza. Dobbiamo dire che siamo entusiasti del percorso finora svolto e della programmazione. Di questo non possiamo che ringraziare l’associazione 4704, che organizza il Festival. Confidiamo in una importante risposta del pubblico turriachese e di un’ampia fascia di territori limitrofi che potranno fruire gratuitamente di spettacoli di alto livello e conoscere meglio il paese cuore della bisiacaria».

Il comune bisiaco è il centro di due residenze artistiche: dal 17 luglio sta ospitando collettivo napoletano LunAzione che si occupa di produzione teatrale originale, progetti per le scuole e performance itineranti in spazi pubblici. Dal 22 luglio sono residenti in regione anche i giovani artisti milanesi della compagnia Peso piuma che presenteranno il loro spettacolo “All You Can Hitler” sia a Turriaco che a Capriva del Friuli. E proprio a Capriva è in programma la terza tappa del festival (7-8 agosto) dove è in programma anche la terza esperienza residenziale, quella di Walter Ronzani ed Elisa Dal Bianco, con il progetto di concerto multimediale dedicato alla memoria del vento “Straw in the wind”. Ultima tappa del festival sarà Duino-Aurisina, il 12 e 13 settembre. Tutti gli eventi saranno gratuiti e in caso di maltempo si svolgeranno al chiuso. L’accoglienza e la gestione del pubblico seguiranno le misure di sicurezza per la prevenzione e il contenimento della diffusione del Covid-19 previste dalle linee guida regionali. Sarà inoltre sempre garantito il distanziamento di un metro fra le persone.

Commenti (0)
Comment