Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Prevista una revisione semestrale del patto

Attualità
16 gennaio 2014

Cantieri stradali, a Trieste accordo tra Comune e Acegas

di Rosanna Ferfoglia
Ogni mese dovranno essere segnalati gli eventuali cantieri di prossima apertura.
CONDIVIDI
3688
Da sinistra: Fabiana Martini, Roberto Cosolini, Roberto Gasparetto, Elena Marchigiani
Attualità
16 gennaio 2014 di Rosanna Ferfoglia

Con le firme del sindaco Roberto Cosolini e del direttore generale di AcegasAps S.p.A. Roberto Gasparetto è stato sottoscritto nel Municipio di Trieste un dettagliato Accordo tra il Comune e la “multiutility” per il miglioramento della gestione dei cantieri stradali nel territorio comunale, con l’obiettivo specifico di ridurre al massimo i disagi alla mobilità urbana e l’impatto che i numerosi lavori e scavi, spesso attuati con carattere d’urgenza, comportano per la circolazione stradale e le attività della cittadinanza. 

Con gli interventi anche del vicesindaco e assessore alla Polizia Urbana e Comunicazione, Fabiana Martini e dell’assessore alla Pianificazione Urbana, Mobilità e Traffico Elena Marchigiani, presenti nel Salotto Azzurro il Comandante della Polizia Locale Sergio Abbate e l’ingegner Enrico Altran di AcegasAps, prima della firma sono stati illustrati alla stampa i due aspetti di un’azione complessiva che mira all’unico risultato di una diminuzione delle difficoltà derivanti dai lavori tramite un deciso rafforzamento dell’informazione ai cittadini, soprattutto preventiva.

L’Accordo innanzitutto – che l’Amministrazione ha promosso anche a seguito e in accoglimento di specifiche richieste in tal senso formulate dal Consiglio Comunale e che ha visto un primo “passaggio” con la sua approvazione in Giunta nel novembre scorso (D.G. 516 del 25.11.2013) – prevede in particolare che l’AcegasAps comunichi con cadenza regolare (ogni primo lunedì del mese) al Comune e ai principali organi di informazione locali il piano degli interventi programmati previsti per il mese, anche aggiornando, con l’occasione, l’andamento dei lavori riguardanti gli interventi che dovessero coprire più mesi. L’Azienda si impegna altresì ad assicurare la coerenza dei tempi di intervento comunicati al Comune e il rispetto dei tempi di avvio e di conclusione dei cantieri (salvo eventi eccezionali o imprevedibili); e inoltre a comunicare, almeno una settimana prima dell’inizio previsto per i lavori, eventuali cambiamenti al programma presentato. Quanto sopra va naturalmente riferito – come detto – a una serie di tipologie di interventi di cui è possibile effettuare una programmazione (ad esempio, in particolare, le manutenzioni straordinarie di reti o gli “allacciamenti complessi”, opere per le quali sono necessari tempi più lunghi (da un mese in su); o anche alcuni lavori “minori” ma comunque programmabili come la pulizia delle caditoie, la posa di cassonetti, lo spazzamento delle strade).

Norme specifiche riguardano poi la posa della segnaletica per i divieti di sosta (oltre alla contestuale tempestiva comunicazione al Comune – al Servizio Mobilità e Traffico e alla Polizia Locale – nei casi di intervento urgente e da eseguire immediatamente per guasti o problemi di sicurezza); il miglioramento delle indicazioni segnalanti le aree di cantiere anche riportando le precise tempistiche di inizio e di conclusione dell’intervento (a tale proposito AcegasAps proprio recentemente ha rivisto tutta la cartellonistica e gli avvisi dei cantieri allo scopo di renderli più evidenti e chiari); la distribuzione di volantini informativi sui lavori presso gli esercizi pubblici e commerciali della zona interessata; la collaborazione della Polizia Locale ad AcegasAps per la ricerca dei recapiti dei titolari dei veicoli rimasti in sosta per consentire all’Azienda di poterli contattare onde ridurre i casi di rimozione forzata.

L’Accordo prevede anche una sua revisione semestrale al fine di valutare e superare le eventuali criticità che venissero a manifestarsi.

Sempre in questo quadro – ed è questa la parte più specificamente dedicata alla rapida diffusione delle informazioni tramite le nuove possibilità consentite dagli strumenti informatici - ulteriori accordi sono intercorsi tra Comune e AcegasAps per un generale miglioramento della comunicazione tra Enti Istituzionali e cittadini.

In tale ambito – è stato spiegato oggi, in particolare dall’ingegner Gasparetto - AcegasAps ha sviluppato il progetto “Smart Company for a Smart City”, un sistema innovativo di rapporti con i territori in cui opera attivando un applicativo sulla piattaforma web aziendale www.acegas-aps.it, denominato “Infocantieri” che consente di informare la cittadinanza sulla localizzazione, estensione e durata temporale dei cantieri stradali gestiti da AcegasAps sul territorio comunale. 

Tale applicazione può essere immediatamente estesa anche alla gestione di altre tipologie di cantieri, sia da parte degli uffici e servizi dell’Amministrazione Comunale sia da aziende terze operanti nel campo dei servizi a rete per lavori da effettuare nel Comune di Trieste. La gestione dell’applicativo sarà assicurata da AcegasAps ma sia il Comune che le aziende terze potranno usufruire di un portale di accesso all’applicativo per pubblicare le proprie informazioni.

Va considerato ancora come anche in vista dell’attuazione del nuovo Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU) sarà indispensabile – come ha sottolineato in particolare l’Assessore alla Pianificazione Urbana, Mobilità e Traffico Elena Marchigiani - fornire alla cittadinanza il maggior numero possibile di informazioni sui cantieri in corso per rendere note agli utenti della strada tutte le modifiche alla circolazione onde ridurre – anche in questo caso - gli eventuali disagi (formazione di code, ritardi ecc.).

Sarà inoltre attivo un link tra il sito di AcegasAps e quelli istituzionali del Comune e degli altri Enti territoriali che possano comunque presentare motivi di interesse a rappresentare interventi sulla rete viaria cittadina. 

A tale scopo il Comune di Trieste ha creato sul proprio sito istituzionale un apposito canale denominato “InfoMobilità”, con il link all’applicativo di AcegasAps, nel quale convergeranno – ha detto ancora la Marchigiani - tutte le informazioni sulla mobilità cittadina (ordinanze traffico, provvedimenti straordinari, parcheggi a pagamento, ma anche orari dei bus, numeri utili ecc.). 
Tale “correlazione” – è stato precisato - sarà pienamente attiva dalla prossima settimana e a entrambi i “canali” (“Infocantieri” di AcegasAps e “InfoMobilità” del Comune) sarà possibile accedere direttamente anche “inquadrando” con uno smartphone il “QR code” presente sui cartelli di cantiere di nuova generazione di color giallo-arancione che AcegasAps – ha ricordato l’ing. Altran - già sta installando in diversi punti della città dove sono in corso lavori. In tal modo apparirà sul telefonino la mappa completa di tutti i cantieri in esercizio o in programma, con la possibilità di accedere alle ulteriori informazioni.

Da rilevare ancora che, contestualmente, AcegasAps ha attivato da oggi anche un ulteriore nuovo servizio: le persone che si accrediteranno, entrando nei siti suddetti, riceveranno tramite un SMS, a partire dal momento della loro registrazione, la comunicazione dell’avvio e della localizzazione di tutti i cantieri previsti nel territorio della Circoscrizione di residenza del cittadino iscritto, il che gli consentirà di evitare i vari disagi o il rischio di rimozione dell'auto.

Il sindaco Cosolini, la “vice” Martini e il direttore generale Gasparetto hanno comunemente espresso grande soddisfazione e unanime riconoscimento ai rispettivi Uffici per la realizzazione di uno “strumento integrato” di grande innovazione e significato, che risulta essere il primo in Italia di questo tipo. Uno strumento importante nella prospettiva di una città sempre più vivibile, più “leggibile” e sempre più vicina al concetto di “smart city”, ovvero di città più fluida e più facile da vivere anche grazie all’apporto e al virtuoso utilizzo delle nuove tecnologie.

Commenti (0)
Comment