Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

“819-2019 - In Vico Sanctorum Cantianorum”

Cultura e Spettacolo
09 giugno 2020

Un libro per rivivere il medioevo di San Canzian

di Livio Nonis
Completato il volume edito da Fabio Prenc: a luglio la presentazione pubblica
CONDIVIDI
34448
Cultura e Spettacolo
09 giugno 2020 di Livio Nonis Image

Durante la quarantena per il COVID-19 è proseguita la realizzazione del libro “819-2019 - In Vico Sanctorum Cantianorum” dedicato alla storia del luogo dei Santi Canziani e, grazie al lavoro dell’editore Fabio Prenc, è stato stampato il terzo libro della Collana del Comune dedicata alla storia del territorio e realizzata in collaborazione con la Società Friulana di Archeologia – Sezione Isontina.

Non potendo ancora ritrovarsi fisicamente all’incontro di presentazione del libro, già programmato nel mese di marzo e ora previsto all’aperto a luglio, ci si è affidati all’informatica per raccontare un volume ricco di preziose e significative “tessere” della storia medioevale del luogo dove nel 303 subirono il martirio i giovani fratelli Canzio, Canziano e Canzianilla.

La video-presentazione è a cura di Desirée Dreos e si inserisce all’interno dell’iniziativa Leggere Emozioni organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di San Canzian d’Isonzo per il Maggio dei Libri 2020, il cui motto è Se Leggo scopro. 

La registrazione delle tre puntate è accessibile su facebook e sul sito web del Comune di San Canzian d’Isonzo.

Desirée Dreos, funzionaria della Soprintendenza Archivistica e coordinatrice della SFA, racconta con la consueta carica emotiva e comunicativa i diversi interventi lasciando al futuro lettore la curiosità e l’aspettativa nei confronti di un libro prezioso per le novità e le prospettive di ricerca storica. Il libro raccoglie gli interventi alla Giornata di Studi organizzata il 5 ottobre 2019 con la SFA Sezione Isontina, il CERM-Centro Europeo Ricerche Medioevali, la Parrocchia Santi Canziani Martiri e con la collaborazione della Soprintendenza Archeologica e della Soprintendenza Archivistica del FVG, con l’Università degli Studi di Udine, il Consorzio Culturale del Monfalconese e il contributo di Regione FVG e Fondazione Carigo.

Commenti (0)
Comment