Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

A partire da metà giugno

Turismo
04 giugno 2020

Grado, sport e wellness personalizzati per i turisti

a cura della redazione
In lavorazione il calendario di eventi per luglio e agosto. Si punta a confermare la rassegna Grado Jazz
CONDIVIDI
34357
Grado vista dall'alto
Turismo
04 giugno 2020 della redazione

Dopo l’avvio ufficiale della stagione balneare, Grado è al lavoro per definire un calendario di eventi in grado di attirare ulteriori turisti durante le prossime settimane.

“Stiamo lavorando – afferma il vicesindaco e assessore al Turismo, Matteo Polo per rendere possibile una rassegna di concerti estivi a numero chiuso e in totale sicurezza nei mesi di luglio e agosto, che contiamo di presentare presto. Sarebbe un risultato importante riuscire a dare continuità a “Grado Jazz” che lo scorso anno abbiamo ospitato per la prima volta, poiché è un festival che ci qualifica come località ed è secondo in Italia solo al rinomato UmbriaJazz, che quest’anno non si terrà”.

Confermato che tutti i parcheggi su striscia blu, esclusa l’area camper, resteranno gratuiti fino al 30 giugno, il Comune vuole rilanciare sull’accoglienza turistica con nuovi servizi: “A partire dalla metà di giugno – prosegue Polo – offriremo quotidianamente ai nostri ospiti attività motorie, sportive e didattiche nei settori del cicloturismo, del nordic walking, dello yoga, della corsa e di molte altre discipline, promosse da professionisti del settore del benessere e dello sport. Ci sarà una vera e propria presa in carico degli ospiti da parte dei professionisti che seguiranno i nostri clienti suddivisi per piccoli gruppi in modo da garantire il distanziamento e allo stesso tempo la socialità. Grado è benessere e salute: è questo il messaggio che vogliamo far arrivare ai clienti che sceglieranno di trascorrere qui le loro vacanze”.

A bar e ristoranti, infine, l’amministrazione comunale ha concesso la possibilità di allargare le occupazioni esterne sul suolo pubblico, per garantire il distanziamento tra i tavoli e un servizio di qualità pari a quello degli anni precedenti.

Commenti (0)
Comment