Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nominato il nuovo consiglio di amministrazione

Attualità
19 maggio 2020

Lucia Cristina Piu è la nuova presidente di Catas

a cura della redazione
"Il mio impegno sarà dare continuità e sviluppare e potenziare l’attività a servizio delle imprese dentro e fuori i confini regionali”
CONDIVIDI
34145
La sede del Catas a San Giovanni al Natisone
Attualità
19 maggio 2020 della redazione

Catas, il più importante laboratorio europeo di prove, certificazione e ricerca per il settore del mobile e dell’arredo, ha un nuovo consiglio di amministrazione per il triennio 2020-2023.

L’assemblea dei soci, svoltasi in teleconferenza lo scorso 12 maggio, ha nominato alla presidenza Lucia Cristina Piu, manager con trascorsi in numerosi enti, istituti e società, oltre che direttore di Confapi Friuli Venezia Giulia, componente della giunta e del consiglio della Camera di commercio di Pordenone Udine, membro del Comitato del Consorzio Friuli Innovazione, del Comitato consultivo regionale di Inail e di Friulia spa.

Laureata in Scienze giuridiche e in Scienze economiche e bancarie, Piu è la prima donna chiamata alla guida del laboratorio friulano, incarico nel quale sarà affiancata dai consiglieri Franco Buttazzoni (Blifase, Corno di Rosazzo) e Federica Di Fonzo (Frag, Pradamano), a cui si aggiungono Stefano Petris (Wolf, Sauris) e Paola Veronese (Otto, Udine).

“Assumo l’importante incarico della presidenza di Catas con la piena consapevolezza della rilevanza del ruolo che l’ente ha nei confronti di tutta l’economia regionale e a livello nazionale e internazionale”, ha commentato Lucia Cristina Piu. “Ringraziando i soci per la loro fiducia, il mio pensiero va al mio predecessore, Bernardino Ceccarelli, che ha guidato Catas con mano sicura in uno dei frangenti indubbiamente meno favorevoli. Il mio impegno sarà dare continuità e sviluppare e potenziare l’attività a servizio delle imprese dentro e fuori i confini regionali”.

Si apre dunque una nuova, intensa stagione per Catas, che proprio lo scorso anno ha festeggiato il 50° anniversario dalla fondazione mettendo a segno una crescita del 12% delle prove effettuate negli ultimi tre anni, nonostante l’incendio che ha distrutto completamente il Laboratorio mobili, ricostruito e inaugurato lo scorso dicembre.

“Lascio Catas nelle ottime mani della presidente Piu, alla esperienza di Buttazzoni e Di Fonzo e alla energia che i due nuovi consiglieri sapranno indubbiamente portare in consiglio”, ha aggiunto Bernardino Ceccarelli, che ha concluso: “Sono stati anni di sfide vinte grazie a una squadra forte e coesa, che non posso non ringraziare e con la quale si potrà spingere ancora più fortemente sul versante della internazionalizzazione”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alla presidente Piu sono immediatamente giunte le congratulazioni di Giovanni Da Pozzo, presidente della Camera di commercio di Pordenone Udine, azionista di maggioranza di Catas.

Commenti (0)
Comment