Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Torna il tradizionale appuntamento culturale

Cultura e Spettacolo
18 maggio 2020

San Canzian fiorisce con il maggio dei libri

di Livio Nonis
Ricalibrate le iniziative dedicate alla promozione della lettura in base alle normative Covid-19
CONDIVIDI
34112
La biblioteca di San Canzian d'Isonzo
Cultura e Spettacolo
18 maggio 2020 di Livio Nonis Image

Riparte a San Canzian d’Isonzo “Il Maggio dei Libri 2020” con un programma ricalibrato e adattato al particolare momento che si sta vivendo, con una serie di iniziative legate ai libri e alla promozione della lettura, “Leggere Emozioni.3”, organizzate dall’assessorato alla Cultura del Comune di San Canzian.

Il progetto si inserisce nella Campagna nazionale “Il Maggio dei Libri” promossa dal Centro del Libro del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che raccorda e dà visibilità alle iniziative che si svolgono sul territorio nazionale, per valorizzare la lettura come elemento di crescita personale e collettiva.

Il motto di quest’anno è “Se leggo scopro” e l’obiettivo generale della campagna nazionale, che tiene conto dei limiti imposti dall’emergenza COVID-19, è quello di invitare i partecipanti a cimentarsi nell’organizzazione di iniziative che coinvolgano le persone più diverse, portando i libri nella quotidianità e il più possibile fuori dai loro contesti tradizionali, con uno svolgimento che si protrarrà fino a tutto ottobre. Leggere Emozioni è un invito a liberare la creatività e l’immaginazione ma anche a condividere un momento molto particolare della nostra vita.

Le iniziative incluse nella fase di maggio sono diverse. A iniziare da “Cara Biblioteca ti scrivo…”, cartolina virtuale dei lettori alla biblioteca di San Canzian d’Isonzo per raccontare attraverso un messaggio, un pensiero, un'immagine o un disegno il momento che stiamo vivendo. Le cartoline, da inviare a biblioteca@comune.sancanziandisonzo.go.it in formato pdf o jpg, verranno raccolte in un album illustrato virtuale, a testimonianza dell’emergenza COVID-19.

L’iniziativa BiblioChiama è invece il servizio di consegna libri in prestito a domicilio in collaborazione con i volontari del Gruppo comunale di Protezione Civile. Il servizio, completamente gratuito, è riservato ai residenti al fine di sostenere la lettura al motto di “Se leggo scopro” e soprattutto allo scopo di mantenere vivi i contatti tra lettori e biblioteca, quando, per diversi motivi, non si può uscire da casa.

“Il mio primo libro” è un servizio di consegna a domicilio di un libricino in dono alle famiglie dei bambini nati nel corso del 2019, accompagnato dai consigli per i genitori “Apprendere il piacere per i libri attraverso un gesto d'amore: un adulto che legge una storia”

“Libri in Video… in pillole”, in collaborazione con Società Friulana di Archeologia, è invece una videopresentazione di “In Vico Sanctorum Cantianorum. Memoria delle origini” a cura di Desirée Dreos e video-guida alla scoperta di Villa Settimini: storia di un edificio, di una famiglia e di una biblioteca per far conoscere i “segreti” che si nascondono nell’edificio rinato nel 2012 dopo un’importante operazione di restauro. Le video clip saranno disponibili sui social a fine maggio.

Altro progetto è PASSaLIBRO: i libri evadono dagli scaffali nella speranza di imbattersi in un lettore che li adotti e poi, dopo averli letti, li rimetta nuovamente in circolo. Continua in questo contesto la collaborazione con negozi e aziende del territorio, iniziativa che, avviata nel 2018, non si è mai interrotta: undici esercizi commerciali ospitano le cassette con i libri, di tutti i generi letterari, mettendoli a disposizione dei loro clienti.

Commenti (0)
Comment