Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Maggioranza e opposizione unite nella proposta

Attualità
15 maggio 2020

Palmanova, maxi piano da 170 mila euro per famiglie e attività economiche

a cura della redazione
Previsti l'abbattimento della tassa rifiuti e occupazione suolo pubblico, sgravio affitti, contributi su bollette, centri estivi e buoni spesa
CONDIVIDI
34084
Vista aerea di Palmanova (ph. Comune di Palmanova)
Attualità
15 maggio 2020 della redazione

Abbattimento della tassa rifiuti e sull’occupazione del suolo pubblico, ampliamento della superficie occupabile per bar e ristoranti, sgravi sull’affitto degli immobili comunali ma anche attivazione dei centri estivi, contributi per le bollette e buoni spesa: queste le ricette proposte dal Comune di Palmanova nel piano di rilancio dedicato a famiglie e attività economiche cittadineUn totale di 170.000 euro che va a sommarsi a tutti i contributi che arriveranno da Stato e Regione FVG.

Il documento finale, uscito dalla riunione dei capigruppo e sostenuto sia dalla maggioranza che dall’opposizione consiliare, prevede che vengano destinati 50.000 euro alle famiglie e 120.000 euro alle attività economiche. I primi verranno impiegati per l’organizzazione dei centri estivi a supporto dei genitori lavoratori e per l’abbattimento delle bollette per i meno abbienti, sul modello del già avviato “Bando Gas” comunale.

Il fondo destinato alle imprese invece verrà ripartito tra la diminuzione della TOSAP (rifiuti) per 70.000 euro, della COSAP (occupazione suolo pubblico) per 40.000 euro e degli affitti su immobili di proprietà comunale per 10.000 euro. Anche la stessa Regione FVG sta avviando il rilascio di fondi per l’abbattimento delle stesse TASI e COSAP, per altri 45.000 euro totali, a valere sul territorio comunale di Palmanova.

“Stiamo lavorando per incrementare queste cifre e per proporre nuove e diverse forme di aiuto, utilizzando l’avanzo libero del bilancio consuntivo che verrà approvato quanto prima dal Comune. Siamo già in trattative con associazioni e parrocchia per l’organizzazione dei centri estivi e stiamo valutando come e dove concedere nuovo suolo pubblico gratuito per gli esercizi commerciali che ne abbiano bisogno, tenendo conto anche delle conseguenti ripercussioni sulla viabilità. I Buoni Spesa saranno rifinanziati con fondi statali e, se necessario, comunali. Assieme ai membri dell’opposizione valuteremo costi, interesse e fattibilità di una piattaforma di e-commerce dedicata alle attività commerciali cittadine”, dichiara il sindaco Francesco Martines.

Commenti (0)
Comment