Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Voucher disponibili fino al 16 maggio

Cultura e Spettacolo
29 aprile 2020

Gorizia, il Verdi cala il sipario sulla stagione teatrale

di redazione (fonte Comune di Gorizia)
Il coronavirus obbliga alla conclusione anticipata di un cartellone da record: ecco come utilizzare abbonamenti e biglietti degli spettacoli saltati
CONDIVIDI
33797
Il pubblico del Teatro Verdi a Gorizia (ph. Comune di Gorizia)
Cultura e Spettacolo
29 aprile 2020 di redazione (fonte Comune di Gorizia)

Una stagione da record sotto tutti i punti di vista, che ha dovuto però fare i conti con il coronavirus. Forte di 1.854 abbonamenti e pacchetti, con un aumento del 23,19% rispetto alla stagione precedente e presenze complessive pari a un totale di 9.982 spettatori al giro di boa, il Teatro Verdi di Gorizia dà l’arrivederci al suo pubblico.

I possessori di abbonamenti o biglietti non utilizzati a causa della temporanea chiusura hanno tempo fino al 16 maggio per richiedere un voucher di pari importo: è quanto prevede il D.L. 17.3.2020, articolo 88, prorogato ai sensi del DPCM del 10.04.2020. Per avere i voucher, che sono l’unica possibilità di rimborso consentita per gli spettacoli programmati tra l’8 marzo e il 3 maggio, è necessario ricorrere al portale www.vivaticket.it e seguire le istruzioni. Per avere supporto o ulteriori informazioni, si possono chiamare i numeri 0481/383601 e 0481/383602 dalle 17 alle 19 dal lunedì al venerdì e dalle 10.30 alle 12.30 il sabato.

I voucher hanno un valore pari a quello dei biglietti o dei ratei d’abbonamento non utilizzati. Saranno inviati ai richiedenti entro 30 giorni dalla data della presentazione della domanda, con validità di un anno per tutti gli eventi della Stagione artistica 2020/2021 del Verdi. Per chi desidera dare un sostegno al Verdi, è possibile aderire alla campagna nazionale #iorinuncioalrimborso: per segnalare la rinuncia ai voucher si può inviare una mail a info.teatroverdigorizia@gmail.com.

“Sempre più nel nostro Teatro Verdi abbiamo visto crescere il numero degli abbonati e degli spettatori in genere. Tenteremo di recuperare il maggior numero di eventi possibile nella stagione prossima. In questo periodo si stanno diffondendo anche gli spettacoli online, ma quelli dal vivo sono tutta un'altra cosa. Il mio, il nostro, quindi, è soltanto un arrivederci”, commenta il sindaco, Rodolfo Ziberna, riferendosi al fatto che è volontà dell'amministrazione comunale, di concerto con il direttore artistico Walter Mramor, recuperare il maggior numero possibile degli spettacoli non realizzati.

È infatti in corso di verifica con le compagnie teatrali coinvolte la possibilità di inserire gli appuntamenti nella prossima stagione.

Sulla stessa lunghezza d’onda del primo cittadino è anche l’assessore comunale alla Cultura, Fabrizio Oreti: “Visti gli eccezionali numeri che stava registrando il Verdi, certamente dispiace chiudere. Ma questa emergenza ha dimostrato il grande amore dei cittadini per il Teatro considerato il tanto calore che ci hanno trasmesso. È solo un arrivederci, perché stiamo già lavorando per il prossimo futuro. Un grazie sentito e sincero agli abbonanti, ai cittadini, a tutti i professionisti e alle realtà che lavorano per il nostro amato Teatro”.

Gli spettacoli annullati per i quali sarà possibile richiedere l’emissione di voucher sono: Se devi dire una bugia dilla grossa (abbonamento Prosa - 17 marzo), Accabadora (abbonamento Off - 19 marzo), Cous Cous Klan (abbonamento Off - 1 aprile), Alle 5 da me (abbonamento Grandi Eventi Smile - 7 aprile), Shine - Pink Floyd Moon (abbonamento Musica & Balletto - 28 aprile).

Due eventi risultano al momento rinviati a date successive al 3 maggio: chi lo desidera potrà richiedere il rimborso dei relativi titoli sempre tramite voucher attraverso il portale www.vivaticket.it. Si tratta di I Musicanti di Brema (abbonamento Young - 8 marzo, riprogrammato il 10 maggio) e Le Nuits Barbares (abbonamenti Musica & Balletto, International Dance, 3Stelle Contemporaneo - 24 marzo, riprogrammato il 6 giugno).

Gli altri tre spettacoli sospesi prima dell’8 marzo, che quindi non possono rientrare nel novero degli spettacoli per i quali si prevede voucher, sono al momento spostati a date successive al 3 maggio: Ivan Bessonov in Concerto dal 28 febbraio all’8 maggio, Le allegre comari di Windsor dal 2 marzo al 5 maggio, Arsenico e Vecchi Merletti dal 5 marzo al 18 maggio. Per questi spettacoli è necessario attendere nuove disposizioni di legge: se il blocco delle attività dovesse venire nuovamente prorogato saranno anch’essi inseriti nell’elenco degli spettacoli per i quali chiedere il voucher.

Commenti (0)
Comment