Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Iniziativa "Ieri, oggi, domani"

Società
10 febbraio 2020

Conoscere le tradizioni del FVG, da Monfalcone progetto per gli studenti

di Livio Nonis
Prosegue l'attività promossa dal Gruppo Costumi Tradizionali Bisiachi per condurre gli alunni alla scoperta dei luoghi e della storia della regione
CONDIVIDI
32724
Società
10 febbraio 2020 di Livio Nonis Image

“Non potevamo deludere i bambini – afferma la presidente del Gruppo Costumi Tradizionali Bisiachi, Caterina Chittaro – quindi il progetto di promozione della cultura etnografica Ieri, oggi, domani: ricordi, attualità, futuro delle tradizioni, partito a dicembre 2019 alla Scuola Primaria Battisti di Monfalcone, sebbene non finanziato dal Settore Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia, proseguirà, nei limiti del possibile, con le sole nostre forze.

Martedì 18 febbraio una sessantina di alunni della Primaria Battisti accompagnati dai loro insegnanti effettueranno una visita-laboratorio al Museo Carnico delle Arti e Tradizioni Popolari Gortani di Tolmezzo. Il progetto che coinvolge la Battisti prevede per i ragazzi un viaggio nei diversi usi, costumi, tradizioni del Friuli Venezia Giulia, al fine di conoscere le testimonianze antropologiche del territorio dove vivono, con lo scopo non solo di comprendere da dove proviene il modo di vivere attuale, ma anche di conoscere le diverse ricchezze culturali della regione, nonché di prepararli al confronto con le culture dei paesi stranieri.

Oltre a poter contare su partner di rilievo, quali lo stesso Museo Gortani di Tolmezzo, il Museo Etnografico di Udine, diverse amministrazioni comunali e Associazioni operanti nell’intero FVG, il progetto coinvolge anche l’Istituto Comprensivo Randaccio di Monfalcone, che ha concesso il partenariato.

“Conoscere, valorizzare e custodire il prezioso patrimonio immateriale della nostra regione – sottolinea Chittaro – è fondamentale, secondo noi, per il mantenimento delle diversità culturali e per la loro comprensione, e favorisce il dialogo interculturale incoraggiando il rispetto reciproco. Inoltre, per alcuni bambini questa uscita didattica rappresenta una rara, e forse unica, occasione di poter visitare e conoscere la propria regione e le tradizioni popolari del proprio territorio di residenza”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’insegnante referente del progetto, Sabrina Moretti, afferma inoltre che questa preziosa e significativa occasione offerta dal Gruppo Costumi Tradizionali Bisiachi rientra anche nelle finalità di una Scuola “Amica delle bambine e dei bambini” come previsto dal Progetto dell’UNICEF.

Commenti (0)
Comment