Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

72-52 il finale

Sport
11 gennaio 2020

Basket Promozione, troppo Pieris per Ronchi

di Livio Nonis
L'intensità difensiva dei Fleet Management non basta per contrastare gli uomini di Progetto Sicurezza
CONDIVIDI
32346
Pieris - Ronchi 72-52
Sport
11 gennaio 2020 di Livio Nonis Image

PERCORSO SICUREZZA (72): Dreas 17, Bragato 14, Vecchiet 8, Pesci 9, Verbi 2, Carotenuto 5, Crocamo, Bean 8, Minocci 2, Termini 2, Maddalena 5, Pasqualini. Allenatore: Inglese.

L.P. FLEET MANAGEMENT (52): Aloisio 11, Erman 12, Minore 3, Devetta 10, Miklus 2, Pierobon 11, Gon, Visintin, Brazzoni 3, Altran, Barbo. Allenatore: Marizza.

ARBITRI: Rossi di Fogliano Redipuglia e Bisanzi di Monfalcone.

NOTE: Parziali 24-13, 37-26, 56-39, 72-42. Nessuno uscito per 5 falli. Tiri Liberi: Percorso Sicurezza 12/21 L.P. Fleet Management 5/10. Tiri da Tre: Percorso Sicurezza 4/10, L.P. Fleet Management 1/17.

 

Le assenze in casa Pieris dovute a infortuni, i nuovi giocatori arrivati da poco e non ancora ben rodati con i meccanismi della squadra e l'aggressività a tutto campo di Ronchi hanno contribuito a una partita non bella, costellata da numerosi errori dovuti alla foga e all'imprecisione nei passaggi, anche i più facili.

I Fleet Management di Ronchi dovevano essere combattivi, vista la differenza di fisicità tra le due squadre ma, pur difendendo abbastanza bene, sono stati imprecisi al tiro (dalla lunga distanza un misero 1 su 17): la differenza sostanziale che ha deciso il risultato, anche se la squadra di casa non ha mai permesso tiri facili.

Le compagini scendono in campo con questi quintetti: Dreas, Bragato, Pesci, Vecchiet e Pasqualini per Pieris, mentre gli uomini di Marizza giocano con Brazzoni, Pierobon, Minore, Barbo e Devetta.

Parte bene Percorso Sicurezza messo in difesa in una inusuale due-tre; grazie alla precisione al tiro di Bragato e di Vecchiet c’è un primo scossone alla partita (15 a 5 al 6' di gioco), mentre Ronchi trova insormontabili ostacoli sotto canestro (li troverà tutta la partita) e si affida al tiro dalla media o dalla lunga distanza senza molta precisione.

Al 3' del secondo periodo c'è un altro break, i padroni di casa vanno a +15 (28 a 13) poi la gara ristagna senza scossoni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sulla falsa riga del secondo periodo si gioca il terzo, con gli uomini di Inglese a controllare senza affanni la contesa (54 a 37 al 9').

All'inizio dell'ultimo periodo di gioco i Fleet Management danno l'ultimo sforzo con un pressing a volte caotico, sorprendono i padroni di casa che “buttano” via palloni e con un parziale di 10 a 0 ritornano prepotentemente in partita: 56 a 49 al 4'. Andrea Inglese chiede time-out, veramente salutare, si fa sentire (la sua voce arriva fino sulle gradinate opposte alla panchina) e al ritorno in campo l'inerzia cambia.

Pesci e Carotenuto si prendono molte responsabilità e cominciano a realizzare supportati da un Dreas dominatore sotto canestro, la forbice si allarga nuovamente fino ai +20 di fine gara. Ottimo l'arbitraggio dei signori Federico Rossi di Fogliano Redipuglia e del sempre verde Paolo Bisanzi di Monfalcone, un buon metro di giudizio mantenuto costante per tutti i 40' di gioco.

Commenti (0)
Comment