Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Progetto promosso da Unioncamere

Attualità
26 novembre 2019

Alternanza scuola-lavoro, a Udine due premi nazionali

di redazione (fonte CCIAA PN-UD)
Maxi assegni alle scuole per i video-racconti delle proprie esperienze. Per il Deganutti anche premio nazionale e per il Malignani menzione nazionale
CONDIVIDI
31790
Attualità
26 novembre 2019 di redazione (fonte CCIAA PN-UD)

Malignani primo classificato, Stellini secondo e Percoto terzo per la categoria “licei” (più una menzione speciale per un secondo progetto Stellini), nonché Deganutti primo e Zanon secondo per la categoria istituti tecnici e professionali. Sono i vincitori del Premio Storie di Alternanza, promosso a livello nazionale da Unioncamere e sul territorio dalla Camera di Commercio di Pordenone-Udine: la premiazione è andata ai migliori video-racconti realizzati dagli studenti sui loro percorsi di alternanza scuola-lavoro. 

Ai primi classificati è andato un maxi assegno da 1.200 euro, da 800 euro ai secondi e 500 euro ai terzi, fonti del bilancio camerale. Tutti i progetti sono andati anche nel “calderone” della classifica nazionale e il video del Deganutti è risultato tra i primi tre anche a livello italiano, mentre il Malignani ha ricevuto una menzione speciale. Il Deganutti parteciperà dunque giovedì anche alla Premiazione italiana.

A premiare i video, oggi in Sala Valduga, è stata la componente di giunta Lucia Piu, in rappresentanza del presidente Da Pozzo e dell’ente camerale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono stati diversi i video-progetti in cui i ragazzi hanno parlato di esperienze di alternanza realizzate nell’ambito della cultura, della tutela del patrimonio archeologico e dei libri, e alcuni si sono concentrati maggiormente sul mondo dell’economia d’impresa. Quello del Deganutti, per esempio, ha raccontato l’esperienza di Junior Achievement, di cui hanno vinto in primavera l’edizione regionale. I ragazzi hanno costituito  una mini impresa che ha progettato e prodotto “Lifepillow”, uno speciale cuscino “intelligente” per migliorare il relax e il sonno. Attraverso questa esperienza hanno dimostrato di aver maturato ottime competenze imprenditoriali di grande concretezza, analogamente a quanto fatto dal Malignani, che ha concentrato la sua esperienza sulla sostenibilità, la circolarità della produzione e la trasformazione di spazi e materiali, con una creazione artistica realizzata attraverso il recupero di produzioni di scarto dei laboratori dell’Istituto.

Commenti (0)
Comment