Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Esempio di fair play

Sport
28 ottobre 2019

Monfalcone, rinuncia al gol per aiutare il portiere

di Livio Nonis
Protagonista un calciatore di 11 anni dell'Azzurra Gorizia. Il gesto, segnalato dagli avversari dell'Aris San Polo, gli è valso un riconoscimento dalla FIGC
CONDIVIDI
31507
(ph. pixabay.com)
Sport
28 ottobre 2019 di Livio Nonis Image

Una bella pagina di sport, nel senso più profondo del termine. A scriverla, un giovanissimo calciatore della squadra esordienti (11 anni) dell’Azzurra Gorizia.

Nella partita giocata in trasferta contro i pari categoria dell’Aris San Polo Calcio di Monfalcone, l’attaccante goriziano ha dato una lezione di sportività a tutti i presenti.

Durante un’azione di gioco, il portiere dell’Aris è stato colpito da una pallonata in faccia: l’estremo difensore è caduto a terra frastornato, mentre il pallone, nel rimpallo, è arrivato sui piedi del giocatore dell’Azzurra, che a porta vuota avrebbe potuto segnare il più facile dei gol.

Invece, l’attaccante goriziano ha preso una decisione diversa: si è precipitato verso il suo coetaneo disteso a terra per soccorrerlo. Una volta constatato che non era nulla di serio, lo ha aiutato a rimettersi in piedi e, fortunatamente, il portiere si è ripreso quasi subito. Il gol non è stato segnato, ma gli applausi del pubblico sono stati scroscianti più di qualsiasi esultanza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La società di appartenenza del portiere infortunato, l'Aris San Polo Calcio, ha segnalato questo episodio alla F.I.G.C. del Friuli Venezia Giulia che ha voluto premiare l’attaccante dell’Azzurra con una Green Card, un premio simbolico.

Una bella storia di sport, che in un periodo in cui solo il risultato sembra contare, invia un messaggio importante agli sportivi di tutte le età e di tutte le discipline.

Commenti (0)
Comment