Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Partenza e arrivo dalla Foiba di Basovizza

Sport
16 settembre 2019

Corsa del Ricordo, trionfo per Jacopo De Marchi

 di redazione (fonte Corsa del Ricordo)
L'atleta cervignanese ha preceduto i compagni di squadra Nasti e Viviani. In campo femminile successo per Marinella Borghes
CONDIVIDI
Jacopo De Marchi primo al traguardo
Sport
16 settembre 2019 di 
redazione (fonte Corsa del Ricordo)

Sono Marinella Borghes (Marc. Gorizia) e Jacopo De Marchi (Trieste Atletica) i vincitori della seconda Corsa del Ricordo, organizzata domenica 15 settembre, con partenza e arrivo dalla Foiba di Basovizza, iniziativa che si svolge anche a Roma e che punta a ricordare la tragedia delle foibe e l’esodo giuliano-dalmata. 

Un centinaio i partecipanti, divisi in un percorso non competitivo, di circa 4 km, e in uno con classifica finale, di circa 8 km, tracciato per la maggior parte su sterrato. 

Podio maschile tutto targato Trieste Atletica, Jacopo De Marchi ha tagliato il traguardo in 29:13, secondo posto per Patrick Nasti in 30:17, terzo Federico Viviani in 30:18. In campo femminile Marinella Borghes ha vinto in 39:52, secondo piazzamento per Antonella Derin (Apd Miramar) in 44:19, terza Rosanna Benevoli (Trieste Atletica) in 45:33.

Premiato anche il più giovane partecipante della non competitiva, Filippo Pinzin, cinque anni, e il meno giovane, Claudio Sterpin, vera istituzione del mondo sportivo triestino, classe 1939. 

L’evento è stato promosso dall’ASI (Associazione Sportive e Sociali Italiane) e dal comitato organizzatore “Trieste Corre”, con la co-organizzazione di Federesuli, Associazione Giuliani nel Mondo, Lega Nazionale e Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmatia, con il Patrocinio della Regione FVG e del Comune di Trieste.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La manifestazione è inserita nel calendario regionale e nazionale ASI.

Commenti (0)