Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Al via il Blanc European Festival

Cultura e Spettacolo
13 agosto 2019

La storia della Carnia tra arte e latte

di redazione (fonte Blanc European Festival)
Da un’idea del violoncellista Riccardo Pes, un mix di classici, cantautori, foto e teatro animerà le latterie storiche del Friuli
CONDIVIDI
30708
EnidUDanza
Cultura e Spettacolo
13 agosto 2019 di redazione (fonte Blanc European Festival)

Taglio del nastro per la prima edizione del Blanc European Festival. Una performance per violoncello solo di Riccardo Pes inaugurerà la manifestazione mercoledì 14 agosto alle 7 del mattino, presso l’ex-latteria di Illegio. In programma musiche di Ligeti, Bach ed alcune composizioni originali del giovane violoncellista. Al termine dell’esecuzione verrà offerta la colazione ai presenti dalla Consulta Frazionale di Illegio che per l’occasione aprirà la storica latteria a visite guidate.

“L’inizio di un festival dedicato all’Arte e alle latterie non poteva che partire da qui – afferma Pes – un luogo magico ai confini del Tempo e della Storia perché nel cuore di tutti lo stabile appartiene ancora ai soci storici anche se oggi non ci sono più”. 

Riccardo Pes, conclusi gli studi con il massimo dei voti al Conservatorio di Venezia e all’Accademia Santa Cecilia di Roma, si è laureato l’anno scorso presso il Royal College of Music di Londra. In seguito ha intrapreso una carriera solistica sia in patria che all’estero suonando anche alla Royal Albert Hall di Londra.

Il festival musicale nasce da una sua idea in collaborazione con l’Associazione Coro Santa Maria di Lestans che ha accolto e supportato il progetto sin dal principio. Il festival vuole portare la musica fuori dagli spazi consueti puntando sul Friuli Venezia Giulia e le sue latterie.

“Mi piace pensare – spiega Pes – ai surrealisti e al famoso quadro “Ceci pas n’est une pipe” di Magritte. Autori che misero in discussione alcune convinzioni sino ad allora avute dall’uomo sul modo divedere e di pensare la realtà, facendoci capire come molto spesso la nostra visione fosse “standardizzata”.  Rivisitare luoghi dedicati alla produzione casearia come luoghi per incontri d’arte, è un modo per vedere la nostra realtà da un punto di vista differente. Una diversa prospettiva delle cose può portarci a scenari e soluzioni nuove, fino ad allora impensate, e questo è il ruolo sociale dell’Arte e degli Artisti. Blanc rappresenta un legame forte con il territorio. Le realtà che ho coinvolto si sono appassionate al progetto e hanno collaborato con  grande entusiasmo. C’è moltissimo lavoro da fare ma finora ho trovato, per la maggior parte delle volte, porte   aperte  e persone   disponibili. Così   desideravo che fosse: un festival sociale, autogestito e bello”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il festival può inoltre contare nella collaborazione di risorse locali, quali l’Associazione Culturale di Cabia e Cocula di Comegliàns, ed è organizzato con il sostegno della Fondazione Friuli e Friulovest Banca e il patrocinio del Comune di Spilimbergo, Lestans, Castelnuovo, Arta Terme, Comeglians, Ravascletto e Tolmezzo.

Il festival proseguirà mercoledì 21 agosto, alle 21, Cena di Gala organizzata in collaborazione con il Comune di Castenovo del Friuli, con la presenza straordinaria della violinista olandese Hawijch Elders, vincitrice del secondo premio al Concorso Lipizer di Gorizia, che curerà gli intermezzi musicali con brani per violino solo di Paganini e Wieniawski.

Da sabato 24 agosto si entra poi nel vivo, quando alle 17.30, nel Museo Carnico delle Arti   Popolari “Michele Gortani” sarà tagliato il nastro della performance artistica “Carta Bianca” a cura dell’attrice Giulia Pes, con alcuni scatti tratti da “Biancolatte” della fotografa Ulderica   Da Pozzo, e del collettivo di danza contemporanea EnidUDanza, costituito da Erica Modotti, Matilde Ceron e Maria Anna Deidda. Nella corte del museo, alle 20.30, è previsto il concerto per pianoforte solo con il pianista e compositore londinese Karim Younis.

Domenica 25 agosto, alle 17.30, al Circolo Culturale di Cabia di Arta Terme, lezione di yoga con Stefania Grillo, a seguire concerto per violoncello e pianoforte di Riccardo Pes;  contemporaneamente, alle 18.30, nell’ex-latteria di Madonna dello Zucco, in collaborazione con il Comune di Castelnuovo del Friuli e la manifestazione il Gno Ort, avrà luogo il concerto della cantautrice, pordenonese e londinese di  adozione,  Valeria  Pozzo;  sempre il 25 agosto alle 20.30,  nella  chiesa  di  Arta Terme, si terrà il concerto dell’Orchestra Giovanile Bellunese, diretta da Matteo Andri, con i cori Santa Maria di Lestans e Vox Nova diretti da Carla Brovedani.

Sabato 31 agosto nell’ex-latteria di Maranzanis a Comeglians, in collaborazione con l’Associazione Cocula e l’Università della Campagna, alle 17.30 si svolgerà un dibattito sul tema “Nutrire la Cultura: il latte come patrimonio dell’Uomo“, interverranno l’assessore regionale alle Politiche agricole, Stefano Zannier, il giornalista Renzo Francesconi, lo scrittore   Stefano Montello, l’agronomo e dottore forestale Davide Pasut e Giorgio Zanin, rettore dell’Università della Campagna di Torre.

Il calendario prevede il 31 agosto, alle 20.30, presso Cjasa del Boter di Comeglians, la serata “Cappello e Bach, contrappunti di poesie e musica”, con testi di Pierluigi Cappello scelti da Stefano Montello e brani di Bach eseguiti al violoncello da Pes. Domenica 1 settembre, alle 17.30, presso l’ex-latteria di Ravascletto, incontro con la fotografa Ulderica Da Pozzo con il suo lavoro “Biancolatte”. A seguire, ore 18.30, replica della performance teatrale “Carta Bianca” nello spazio antistante la latteria, con l’attrice Giulia Pes. Ore 20.30, nella piazzetta centrale di Ravascletto, la cantautrice Valeria Pozzo verrà raggiunta sul palco anche dal pianista Joseph Costi e dal percussionista Yusuf Ahmed. Eseguiranno in anteprima alcuni brani inediti della cantautrice che saranno compresi nel prossimo lavoro discografico. 

Commenti (0)
Comment