Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentata la rassegna Verdid’Estate

Cultura e Spettacolo
12 giugno 2019

Gorizia, un'estate di musica e spettacoli

di redazione (fonte Comune di Gorizia)
Da giugno ad agosto il Parco del Municipio ospiterà una serie di eventi teatrali e musicali, con un occhio di riguardo per i più piccoli
CONDIVIDI
30054
Da sinistra Oreti, Ziberna, Mramor e Pascoli
Cultura e Spettacolo
12 giugno 2019 di redazione (fonte Comune di Gorizia)

Presentata la terza edizione di Verdid’Estate, la stagione estiva del Teatro Verdi di Gorizia che prenderà il via mercoledì 26 giugno. Dodici gli appuntamenti del cartellone curato dal direttore artistico del Teatro, Walter Mramor. Quattro saranno gli spettacoli teatral musicali, di cui uno in collaborazione con il festival itinerante Folkest e uno con la rassegna “Nei suoni dei luoghi”, e altrettanti quelli per bimbi e famiglie, per finire con quattro serate di quello che è un appuntamento fisso dell’estate goriziana, ovvero il Canta Quartieri. Per tutte le proposte, che inizieranno alle 20.30 (con l’eccezione del concerto dei Donauwellenreiter), è previsto un biglietto unico a tre euro. A ospitare la rassegna sarà il Parco del municipio.

A presentare il cartellone sono stati il direttore artistico, Walter Mramor, il sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna, e l'assessore comunale alla Cultura, Fabrizio Oreti, insieme a Bruno Pascoli, consigliere della Fondazione Carigo, al maestro Giorgio Magnarin della Scuola di musica Gomusic e ai rappresentanti di Progetto Musica e di Folkest.

Quattro serate sono pensate per gli spettatori in erba. Il primo appuntamento di Verdid’estate Young sarà mercoledì 26 giugno con I tre porcellini di Pandemonium Teatro. La storia sarà rivissuta dalla parte del lupo, un appassionato del fai da te, degli imbonitori televisivi e delle canzoncine per bambini. Mercoledì 3 luglio l’Accademia Perduta/Romagna teatro metterà in scena La gallinella rossa, spettacolo in cui i personaggi animati saranno resi nella loro personalità dai diversi suoni generati da strumenti e oggetti, in un intreccio con l’interprete della storia. Le avventure di Pippi Calzelunghe saranno proposte mercoledì 10 luglio dalla Compagnia Fondazione Aida. Verdid’estate Young si concluderà mercoledì 31 luglio con un altro classico, Il gatto con gli stivali, nella versione interattiva di Anà-thema Teatro.

In collaborazione con Folkest, lunedì 1 luglio alle 21 si esibiranno gli austriaci Donauwellenreiter, ovvero Thomas Castañeda (pianoforte), Maria Craffonara (voce, violino), Jörg Mikula (batteria) e Lukas Lauermann (violoncello). Gli echi di musiche e culture danubiane si abbinano a elementi jazzistici e moderni, dando vita al personalissimo stile del Donauwellenreiter. Spicca la voce di Maria Crafonara, che spazia da Mozart ai canti tradizionali ladini della sua terra.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche il concerto di venerdì 5 luglio sarà frutto di una collaborazione, quella con il festival musicale internazionale Nei suoni dei luoghi, organizzato da Associazione Progetto Musica. Protagonista della serata sarà il Trio di Parma, ovvero Ivan Rabaglia al violino, Enrico Bronzi al violoncello e Alberto Miodini al pianoforte. In scaletta ci saranno brani di Haydn, Martin e Brahms.

Sabato 13 luglio Verdid’estate proseguirà con Illogical Show di Tresjolie, con Tomas Leardini, Marcello Mocchi e Daniele Pitari. Interprete di una comicità illogica e humor inglese che affondano le proprie radici nel teatro, il trio accompagnerà il pubblico in un viaggio surreale e poetico tra ritmi incalzanti e momenti più distesi per un’atmosfera di divertimento e trascinante simpatia. Venerdì 26 luglio con #voltalacarta sarà reso omaggio a Fabrizio De Andrè a 20 anni dalla sua scomparsa e in occasione dei 40 anni dal suo concerto con la PFM, con Simone Bertogna (voce e chitarra), Marco Locatelli (chitarra), Marco Vattovani (batteria), Massimo Pasut (basso), Oscar Pauletto (violino), Didier Ortolan (sassofono), Clara Danelon (cori) e Luigi Buggio (tastiere). Uno spettacolo dove musica, immagini e racconti si fonderanno, ripercorrendo le tappe più significative della carriera dell’artista genovese con rivisitazioni in chiave moderna dei suoi più grandi successi.

Quattro infine saranno ad agosto i concerti a tema dell’11esima edizione del Canta Quartieri, a cura della scuola di musica GoMusic diretta dal maestro Giorgio Magnarin. Quest'anno le serate saranno ispirate ai quattro elementi naturali da cui trae origine la materia. Si comincerà lunedì 19 con “Fuoco”, per proseguire giovedì 22 con “Aria” e lunedì 26 con “Acqua”, per finire giovedì 29 con “Terra”.

Commenti (0)
Comment